Home Salute Abitudini quotidiane che allenano la memoria e aumentano le capacità cognitive

Abitudini quotidiane che allenano la memoria e aumentano le capacità cognitive

97
0

La perdita di memoria può verificarsi a qualsiasi età, ma quando si verifica negli anziani, è dovuta a disturbi organici, danni cerebrali o malattie neurologiche. La genetica gioca un ruolo importante nella perdita di memoria, soprattutto in condizioni neurologiche gravi come il morbo di Alzheimer, motivo per cui dobbiamo fare tutto il possibile per supportare il corretto funzionamento del cervello.

Il declino cognitivo medio è una serie di cambiamenti nelle capacità cognitive, inclusa la memoria e la capacità di ragionamento. I cambiamenti sono abbastanza evidenti da essere notati dal paziente o dalla sua famiglia, ma in misura tale da non pregiudicare la capacità di svolgere le attività quotidiane.

Circa il 15-20% delle persone di età superiore ai 65 anni soffre di un declino cognitivo moderato e le persone con questo problema hanno un rischio maggiore di sviluppare l’Alzheimer o un’altra forma di demenza.

Il primo passo per una migliore memoria di lavoro è capire come funziona e accettarne i limiti. Accettazione non significa usare scuse per lasciare le cose come sono, ma evitare la frustrazione con l’invecchiamento e avviare rapidamente una serie di strategie di mantenimento della memoria.

Come aiutare la memoria

Abbastanza sonno

È noto che la mancanza di sonno è uno dei fattori associati ai problemi di memoria, con il riposo che gioca un ruolo importante nel supportare le funzioni neurali.

Uno studio ha rilevato che gli infermieri che lavorano in turni notturni hanno commesso più errori durante l’esame e che il 68% ha ottenuto punteggi inferiori nei test di memoria rispetto agli infermieri che lavorano nei turni diurni.

Gli esperti di salute raccomandano che gli adulti dormano tra le sette e le nove ore ogni notte.

Allenamento del cervello

Praticare le abilità cognitive attraverso il gioco è un modo efficace per stimolare la memoria. I cruciverba e persino le app per l’allenamento della memoria sono ottimi modi per allenarsi. I risultati di uno studio su 4.715 persone hanno mostrato che dopo 15 minuti di allenamento cerebrale online cinque giorni alla settimana, la memoria, la concentrazione e le capacità di risoluzione dei problemi dei partecipanti sono migliorate in modo significativo rispetto a un altro gruppo che non ha utilizzato tali metodi. Inoltre, è stato dimostrato che i giochi di allenamento della memoria aiutano a ridurre il rischio di demenza.

Gestione dello stress

Quando è stressato, il corpo rilascia cortisolo. Colpisce la memoria, in particolare la capacità di recuperare i ricordi a lungo termine. Studi sugli animali hanno dimostrato che lo stress e la depressione possono portare al restringimento del cervello.

L’apprendimento continua

Un alto livello di istruzione è associato a un migliore funzionamento mentale in età avanzata. Gli esperti ritengono che l’apprendimento permanente possa aiutare a mantenere una forte memoria mantenendo la mente attiva e attivando processi che aiutano a mantenere le cellule cerebrali e stimolano la comunicazione tra loro.

Riduci il multitasking

Secondo uno studio condotto presso l’Università del Sussex, il multitasking può ridurre alcune aree del cervello, essendo associato a livelli ridotti di attenzione. Non impostare più compiti di quelli che puoi gestire in un giorno e prenditi cura di ciascuno alla volta.

Mangiare

Una dieta sana è stata associata a un minor rischio di declino cognitivo. Pertanto, il consumo di alimenti ricchi di acidi grassi omega-3, vitamina E, C, B12, acido folico, bioflavonoidi e selenio organico è stato associato a una minore incidenza di demenza. Neurovert Forte è un integratore alimentare che aiuta a migliorare la memoria aumentando l’attività neurale.

Neurovert Forte contiene Citicolina (500 mg) ed estratto di Bacopa monnieri (100 mg), che aiutano a migliorare la funzione cognitiva, aumentare l’attenzione e la capacità decisionale, aumentare la resistenza allo stress e il sovraccarico intellettuale, prevenire i disturbi della memoria legati all’età e migliorare il flusso circolatorio cerebrale .

L’integratore alimentare contiene citicolina, una sostanza che ha un forte impatto sul miglioramento delle prestazioni mentali, svolgendo un ruolo fondamentale nel funzionamento delle cellule nervose e supportando la trasmissione al cervello di segnali visivi e altri aspetti vitali per il funzionamento ottimale dell’organismo.

Articolo precedenteBoeing ha sospeso gli acquisti di titanio dalla Russia
Articolo successivoLa Bulgaria vuole essere esentata dalle restrizioni sulle importazioni russe di petrolio e gas: siamo troppo dipendenti