Home Sport Asensio reagisce a un Real Madrid con due facce

Asensio reagisce a un Real Madrid con due facce

88
0

Un’altra scintilla di Asensio ha salvato il Real Madrid in una partita contro di lui Alava che stava andando al pareggio. Tre partite erano passate dall’ultimo gol bianconero, dello stesso Asensio contro di lui Granata, quando ha inchiodato un tiro di sinistro in area e ha permesso ai bianchi di liberarsi di un problema. Poi una triangolazione di Benzema, Asensio y Vinicio tiro del brasiliano e rigore segnato da Karim hanno sigillato l’ingannevole 3-0 finale.

Lui Real Madrid ha raggiunto il rettilineo decisivo della stagione influenzale. La squadra ha perso la sua esuberanza, quella rappresaglia che le ha permesso di schierare il calcio da capogiro che lascia Ancelotti. Ora gioca una partita noiosa che contagia i suoi calciatori, alcuni dei quali sono caduti nella volgarità più inaspettata. Lui Ferrari è diventato un trattore.

Pitada del Bernabéu

Il vergine Vinicio è più vicino a Robinho quella di Neymar. Casemiro fa errori sbagliati nella sua gerarchia. Modrico è diluito nelle partite di andata e ritorno che inseguono i rivali. E tutto ciò disconnette uno Benzema che vive nell’associazione e non ha partner con cui farlo. Senza freschezza per cuocere i fiammiferi, questi vengono trasformati in una palla. Soprattutto con squadre laboriose come Cadice, Salute un Elche che si trincino davanti al proprio territorio e affrontino le visite al Bernabeu con entusiasmo e fatica. Prima di lui Alaves, un’altra squadra dalla gamba dura e dallo spirito indistruttibile, offriva un’immagine povera come le gradinate essoe ho fatto un pisolino a riposo. Niente da prendere in bocca in 45 minuti. Un gol in quattro partite e mezzo. E peggio ancora, senza la sensazione di generare vere occasioni da gol. Carletto ha fuso i titoli dei giornali.

Read:   Programma e dove vedere la Scozia-Spagna femminile che potrebbe valere il pass per i Mondiali 2023

La seconda parte è iniziata con gli stessi protagonisti. Sintomo preoccupante per lui Real Madrid, perché la festa chiedeva una trasfusione, gambe fresche, facce diverse. Ma Balla, Pericolo, Ceballos un Giovica sono defenestrati. Ancelotti ha scommesso apertamente sui titoli dei giornali, demotivando una panchina milionaria che senza essere all’altezza non è nemmeno coinvolta in quello che succede al suo allenatore e ai suoi compagni di squadra.

Scintilla di Asensio

La prima giocata con velocità dei bersagli, ai 50 minuti, si è conclusa Lejeune tirando fuori un colpo da Benzema. La partita si è rotta a metà, il Alava è stato incoraggiato ad attaccare e lui Madrid, con spazi, puzzava di sangue. Mendilibar gridava alla fascia, chiedendo la sua pazienza con la palla per ridurre i battiti del match. Mi dispiace Pere Pons un’opportunità sensazionale che si conclude con una contrattazione Corteis in un incarico di Asensio. E chi perdona… Le Baleari vendicano l’errore un minuto dopo inchiodando un sinistro in angolo e festeggiando il gol chiedendo agli spalti di non fischiare la squadra. Un’altra giocata isolata, un’altra fustigazione di Asensio, più di quattro ore dopo aver bussato Granata, ha salvato di nuovo il Madrid. Gli ultimi due gol bianchi. Due scintille isolate.

Notizie correlate

Read:   Laporta afferma che il Barça vuole creare la propria criptovaluta

La partita si è aperta e sono comparsi gli spazi. Ed eccolo lì Real Madrid è diventato di nuovo la squadra che il suo allenatore voleva. Una triangolazione tra Benzema, Asensio y Vinicio Si è conclusa con un gran gol del brasiliano che ha compensato una partita in cui i bianchi hanno sesterato per 50 minuti. E Benzema ha dato gli ultimi ritocchi con un rigore discutibile negli ultimi istanti. Il Real Madrid arriva stanco quantità di moto della stagione. Per ora, lo salva dalle scintille. Vediamo se ne vale la pena.

FILE: REAL MADRID 3- ALAVÉS 0

REAL MADRID: Corteis (5); Carvajal (7), Militao (7), Alaba (5), Mendy (5); Modric (6), Casemiro (4), Valverde (5); Asensio (7), Benzema (6), Vinicio (5). Tecnico: Ancelotti (5). Modifiche: Rodrygo (sc) per Asensio (m.80) e Ceballos (sc) per Modric (m.80), Marcelo (sc) per Mendy (m.83), Hazard (sc) per Vinicius (m.83)

ALAVES: Pacheco (6); Tenaglia (5), Miazga (5), Lejeune (6), Duarte (6); Pina (7), Loum (6); Jason (5), Escalante (5), Rioja (7); Joselù (5). Tecnico: Mendilibar (6). Modifiche: Pere Pons (4) per Jason (m.61), Manu Vallejo (sc) per Rioja (m.71), Edgar (sc) per Escalante (m.71), Toni Moya (sc) per Loum (m. 81), Ximo Navarro (sc) di Duarte (m.81)

OBIETTIVI: 1-0, Asensio (m.62), 2-0, Vinicius (m.79), 3-0, Benzema (m.88)

ARBITRO: Munuera Montero (5). Avvertì Modric e Loum,

Articolo precedenteHorizon Worlds, la piattaforma VR di Meta, è cresciuta 10 volte dal suo lancio
Articolo successivoIl PSG è bloccato a Nantes con tutte le sue stelle