Home Economia Bloomberg: il commercio Russia-Cina è stato messo a dura prova dall’invasione dell’Ucraina

Bloomberg: il commercio Russia-Cina è stato messo a dura prova dall’invasione dell’Ucraina

47
0

L’invasione dell’Ucraina da parte della Federazione Russa ha complicato l’approvvigionamento di materie prime dalla Russia alla Cina. Questa opinione è stata espressa domenica da Bloomberg. Dopo l’inizio delle ostilità, gli acquirenti e i creditori cinesi che finanziavano i loro acquisti hanno evitato di fornire carbone, GNL e petrolio greggio dalla Russia, ha scritto l’agenzia. Ciò potrebbe riflettere la preoccupazione delle società cinesi di poter cadere “nella trappola delle sanzioni”, secondo Bloomberg.

“Per qualsiasi azienda cinese con significative operazioni all’estero, l’accesso continuo al sistema finanziario statunitense è più prezioso di qualsiasi transazione che potrebbe effettuare con la Russia, sebbene alcune aziende più piccole potrebbero essere disposte a correre il rischio”, ha affermato la società di consulenza in un rapporto intitolato Economia dei capitali.

Read:   I prezzi del grano raggiungono il livello più alto degli ultimi 14 anni. I porti ucraini restano chiusi

Inoltre, ci sono una serie di problemi logistici irrisolti relativi alla capacità di trasporto e al sistema di pagamento transfrontaliero basato sullo yuan, osserva Bloomberg.

Secondo Bloomberg, la politica sanzionatoria perseguita da diversi paesi nei confronti della Russia potrebbe incidere anche sulla fornitura russa di palladio alla Cina.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteLa figlia di Loredana Groza in un pittorico unico. Foto retrò con Elena, la giovane donna ricorda in modo sorprendente la sua famosa madre
Articolo successivoL’inno nazionale ucraino suona a Belgrado in onore di Mahuchikh