Home Economia Borsa di Mosca chiusa “almeno fino a martedì mattina”

Borsa di Mosca chiusa “almeno fino a martedì mattina”

79
0

Il rublo si è deprezzato lunedì sul mercato Forex di circa il 30% rispetto al dollaro e all’euro poco dopo le 6:00 GMT, un calo che non si vedeva dal 1993 e dal 1994.

Alle 13:30 GMT il rublo ha perso un altro 23,18% rispetto al dollaro, valuta nazionale quotata a 103,16 rubli per dollaro, e del 22,67% rispetto all’euro, a 115,7 rubli/euro, entrambe quotazioni massime storiche.

Alle 14.00, il tasso di cambio ufficiale annunciato dalla Banca di Russia per il dollaro era 93,56 rubli/dollaro e per l’euro – 104,48 rubli/euro.

La Banca di Russia lunedì ha adottato misure per garantire la stabilità finanziaria delle banche sanzionate, come il rilascio di riserve di capitale cumulative di 733 miliardi di rubli (6,245 miliardi di euro o 6,963 miliardi di dollari) per prestiti al consumo o mutui.

Read:   I prezzi del petrolio Brent sono aumentati a causa delle incertezze sull'offerta

Ha inoltre aumentato i tassi di interesse dal 9,5% al ​​20% e ha consigliato alle banche di ristrutturare il proprio debito invece di imporre sanzioni o multe se la situazione finanziaria dei debitori si fosse deteriorata a causa delle sanzioni.

Inoltre, come annunciato domenica, intende riprendere l’acquisto di oro dal mercato interno.

D’altra parte, ha deciso di vietare ai broker di vendere titoli di società o persone fisiche straniere.

BCR ha adottato queste misure dopo che gli Stati Uniti, l’Unione Europea e altri partner hanno sanzionato un certo numero di banche in seguito all’invasione russa dell’Ucraina e hanno deciso, nella seconda fase, di escludere alcune banche russe dal sistema SWIFT.

Read:   BMW e Volkswagen sospendono parzialmente la produzione in Europa

Ieri sera l’Ue ha posto fine anche al congelamento delle transazioni con la Banca centrale russa, un colpo senza precedenti per l’economia del Paese.

Le banche escluse dal sistema di pagamento interbancario rientreranno tra quelle precedentemente sanzionate dall’UE; in questo elenco ci sono Sberbank, Vneshtorgbank (VTB), Gazprombank, Russian Agricultural Bank, Vnesheconombank (VEB), Alfa Bank e Otkritie Bank.

L’elenco esatto di queste banche sarà probabilmente noto lunedì.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteUn gruppo di hacker ha utilizzato Facebook per prendere di mira personalità ucraine, inclusi importanti funzionari militari, politici e un giornalista
Articolo successivoIl prezzo del mais continua a salire in Europa a causa della guerra in Ucraina