Home Sport Cade Cunningham regala alla squadra di Barry le stelle del futuro

Cade Cunningham regala alla squadra di Barry le stelle del futuro

60
0

La base Cade Cunninghamdebuttante del Pistone di Detroits, era il MVP della festa delle giovani stelle del NBA questo venerdì, mentre guida la squadra allenata da Rick Barry alla vittoria in finale contro la squadra guidata da Isiah Thomas.

Cunningham, 20 anni, ha segnato 18 punti, 13 in semifinale e 5 in finale, e ha finito per recitare in una notte di feste per la NBA, che ha debuttato con successo in un nuovo formato.

Quattro squadre che si sono affrontate in una “Final 4” con la novità di aggiungere quattro giocatori della G League ai 12 esordienti e ai 12 del secondo anno (i cosiddetti “secondi”), è stata una buona scommessa per la NBA.

Ha aggiunto un punto di competitività in più alla manifestazione, con due semifinali senza cronometro, ma con l’obiettivo di raggiungere i 50 punti, e una finale con lo stesso format, ma con l’asticella fissata a 25 punti. La somma dei due risultati, 50 e 25, è stato un modo per onorare il 75° anniversario della NBA.

Read:   Programma e dove vedere Bayern-Villarreal nei quarti di Europa League

Spettacolo vibrante

E c’è stato spettacolo dal primo match, in cui la squadra allenata da James Worthy è stata una punizione della finale. Tuttavia, Jalen Suggs degli Orlando Magic ha mancato il tentativo e la squadra di Isiah Thomas ha siglato il biglietto per la finale con due tiri liberi di Desmond Bane dei Memphis Grizzlies.

Se possibile, ancora più tesa è stata la seconda semifinale, in cui la squadra di Rick Barry e quella di Gary Payton hanno raggiunto il pareggio per 48-48 e hanno avuto a disposizione il tiro potenzialmente decisivo.

Quelli di Payton, a otto punti da LaMelo Ball, hanno finito per arrendersi ad un elegante vassoio di Jae’Sean Tate, talento degli Houston Rockets.

Read:   Vittoria di Leclerc e KO di Verstappen in una giornata disastrosa per Sainz e Alonso

La finale ha misurato la squadra di Isiah, con elementi come Saddiq Bey (15,9 punti a partita a Detroit) o ​​Desmond Bane (17,9 punti a partita a Memphis), con Barry, Evan Mobley (14,9 a Cleveland) o Cade Cunningham (15,7 a Detroit) .

Notizie correlate

Isiah Thomas ha iniziato molto meglio, girando due triple consecutive per sfuggire 11-5 e poi 18-12, ma la squadra di Barry, spinta dalle triple di Cunningham, Mobley e Dyson Daniels, giocatore della G League, ha siglato un parziale di 12-2 che ha spianato la via della vittoria nella notte delle stelle del futuro (25-20).

am / ics

Articolo precedenteLaura Barquero e Marco Zandron sfiorano la ‘Top 10’ nella finale di pattinaggio artistico dei Giochi di Pechino
Articolo successivoIl Madrid non concede a Tenerife un’opzione in semifinale