Home Sport Carlos Alcaraz cade con onore nel quinto set contro un grande Berrettini

Carlos Alcaraz cade con onore nel quinto set contro un grande Berrettini

103
0

Carlos Alcaraz Garfia di Murcia ha perso contro l’italiano Matteo Berrettini, numero sette al mondo, in una partita del terzo turno degli Australian Open che si è risolto nel quinto set e dove il giovane di El Palmar pareggia il duello dopo aver perso i primi due set (2-6, 6-7, 6-4, 6-2 e 6-7) dopo più di quattro ore di gioco in una giornata con una temperatura di 30 gradi. L’esperienza è stata fondamentale nella morte improvvisa del quinto set, ma il giocatore di El Palmar è caduto a testa alta e offrendo un gioco di alto livello contro un avversario che ha dovuto lavorare sodo.

Alcaraz ha iniziato la partita con forza, molto concentrato e offrendo un livello elevato. Nelle prime due partite con il servizio di Berrettini ha avuto fino a cinque palle break di servizio che non ha sfruttato. Fino al 2-2 il set è in parità, ma da quel momento il Murcian subisce un notevole calo del suo gioco. Ha smesso di costringere l’avversario a invertire e ha perso la concentrazione, perdendo la manica 6-2.

Recupera le sensazioni

Le cose sono andate peggio al secondo turno. Carlos Alcaraz è stato il sostituto. Fino a sette partite di fila, l’italiano ha vinto, piazzato con un inquietante 1-3. Ma poi è riemerso il reparto di Juan Carlos Ferrero, che ha ripreso sensazioni. Cominciò a variare i tiri e l’altezza dei palloni, cosa che fece parecchio danno a Berrettini. Ha pareggiato a quattro dopo una pausa e il set si è deciso in una morte improvvisa, dove era netto il predominio del numero sette del mondo (6-7).

Read:   La Procura della Repubblica ha dovuto inviare per informazioni la Polizia Giudiziaria alla Federazione di tennis di Madrid

Alcaraz ha dovuto lanciare epico per cercare di pareggiare la partita con due set contro. E lo fece. Fino al nono game ogni giocatore ha vinto il suo servizio, ma in quel momento Carlos Alcaraz ha gestito un break in servizio che non ha mancato per ottenere il punto (6-4) e la possibilità di portare lo scontro al quinto set. Il grido con cui il Murciano chiuse questa manica fu del tutto premonitore. Aveva riacquistato fiducia e tutto poteva succedere con il giovane talento di El Palmar in serie positiva.

Competitivo gen

Il Murcian ha tenuto un recital nel quarto set. Nonostante avesse tutta la pressione sulla schiena, ha tirato fuori quel gene competitivo che ha sempre mostrato durante la sua carriera sportiva. Il pareggio resta sul 2-2, a quel punto Berrettini inizia a dare segni di debolezza.. E Alcaraz non perde occasione per spezzare il servizio del rivale in due partite consecutive e piazzarsi con un 5-2 decisivo, poiché nella successiva, con il suo servizio, prende il punto e pareggia lo scontro.

Berrettini ha iniziato a servire e si è storto la caviglia in uno spostamento laterale. Alcaraz, in un gesto di sportività, si è avvicinato all’italiano per interessarsi alla sua condizione fisica, gesto che è stato molto applaudito dal pubblico degli Australian Open.

Notizie correlate

L’italiano ha potuto seguire la partita dopo essere stato curato dai servizi medici e ha continuato a vedere una partita di tennis di alto livello. La tensione in campo si è fatta sentire perché in gioco c’era il pass per gli ottavi di finale del primo Grande Slam della stagione. Ma il polso di Alcaraz non tremava. Certo, il rivale non gli ha concesso concessioni con il suo servizio e lo scontro è arrivato alla fase decisiva con il 4-4. La pressione cresce, vince anche con il servizio di Berrettini e passa in vantaggio con 5-4, ma il Murcian risolve facilmente la partita successiva con un asso compreso che lascia a vuoto il rivale (5-5). L’italiano ha messo nuovamente pressione sul giovane Murcian per vincere facilmente il suo servizio e portare la partita sul 6-5. E ancora il reparto di Juan Carlos Ferrero ha risposto con solvibilità per giocare l’ottavo passaggio nella morte improvvisa, che è stata contesa a dieci punti, dopo aver salvato un pallone.

Read:   Gerard Piqué: "È compatibile essere indipendentisti e giocare con la Spagna"

La situazione si complica molto per l’Alcaraz quando Berrettini riesce a fare un mini break e va in vantaggio per 6-4. Con un calo accorcia le distanze (6-5), ma l’italiano riprende il servizio (7-5). Ancora una volta è arrivato il momento per il Murciano di tornare e con tutte le pressioni addosso. L’italiano ha portato Alcaraz al limite conquistando il punto successivo con il servizio (8-5) e precipitandosi al successivo (9-5), lasciando cinque occasioni per battere Berrettini. E un doppio fallo del giocatore di El Palmar chiude la partita.

Articolo precedentePareri diversi sulla vaccinazione COVID, motivo di separazione per Jason Momoa e Lisa Bonet
Articolo successivoNatale – Khachanov, dal vivo