Home Salute CHI: La variante Omicron è dominante in tutto il mondo, rappresentando quasi...

CHI: La variante Omicron è dominante in tutto il mondo, rappresentando quasi il 60% dei casi

107
0

Il rapporto epidemiologico settimanale dell’OMS mostra che dei 357.000 test eseguiti dalla rete globale dei laboratori GISAID negli ultimi 30 giorni, più di 208.000 hanno rilevato la variante Omicron. Altri 147.000 test (circa il 41%) corrispondevano alla variante Delta, che nelle ultime due settimane ha rappresentato un altro 96% dei casi e che è stato il ceppo dominante per la maggior parte del 2021, secondo Agerpres

Il rapporto rileva che la nuova variante Omicron del virus SARS-CoV-2 è in grado di “prevenire l’immunità” e che ci sono già infezioni, anche tra quelle vaccinate e quelle che hanno attraversato la malattia e sviluppato anticorpi.

Read:   Come scegliere un tapis roulant. Prestare attenzione alla larghezza e al peso supportati!

L’OMS rileva inoltre che “prove crescenti” mostrano che Omicron causa forme meno gravi di COVID-19 rispetto alle precedenti varianti del virus.

Tuttavia, l’Oms avverte che i rischi per la salute legati alla variante Omicron restano “molto alti”, dato che questa variante virale porta ad un aumento del numero di ricoveri e decessi tra le persone vulnerabili.

Il più alto numero giornaliero di contagi in più di due anni di pandemia è il 6 gennaio, con oltre 2,6 milioni di casi nel mondo, un numero che potrebbe essere addirittura più alto, secondo l’OMS, dato il numero di infezioni diagnosticate dai test antigenici eseguiti a casa e che rimangono non denunciati.

Read:   Nutrizionista Şerban Damian, consigli su come evitare di ingrassare durante le vacanze

Da allora la soglia dei 2 milioni di casi è stata superata in altri giorni e gli esperti medici non hanno ancora confermato un picco di contagio, anche se alcuni dei primi paesi colpiti da Omicron, come il Sud Africa, sembrano averlo già raggiunto, afferma il rapporto dell’OMS.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteStanno aprendo i primi centri di plasmaferesi in Romania. La sostanza raccolta sarà donata in cambio di farmaci plasmatici
Articolo successivoDue composti di cannabis potrebbero prevenire l’infezione da coronavirus, secondo uno studio