Home Salute Come evitare gli effetti indesiderati dell’astenia primaverile pandemica. “La natura ci...

Come evitare gli effetti indesiderati dell’astenia primaverile pandemica. “La natura ci dà tutto”

120
0

Gli sbalzi di temperatura, il passaggio da una stagione all’altra, possono causare alcuni squilibri nell’organismo, come stanchezza, spossatezza e mal di testa.

In un’intervista rilasciata ad “Adevărul”, il dottor Alexandru Nechifor, specialista in medicina interna e nutrizione, afferma che, in questo periodo, la dieta deve essere adattata principalmente alla primavera. Ci consiglia di mangiare quanta più frutta e verdura di stagione possibile, cibi ricchi di vitamine C ed E, magnesio, ferro e calcio. Allo stesso tempo, l’esercizio può fare miracoli: riduce lo stress, dimezza l’infiammazione, rilascia gli ormoni del benessere, riduce i rischi cardiovascolari. Alla fine, il medico ha un consiglio, nel contesto della pandemia di COVID, che lascerà molte sequele: “Dovremo reimparare ad essere umani!”

Come aiutiamo il nostro corpo a far fronte all'”astenia primaverile”?

Il periodo di adattamento è normale. Dove possiamo intervenire è a livello di attività fisica svolta all’aperto, la dieta dovrebbe essere principalmente adattata alla primavera e consumare quanta più frutta e verdura di stagione possibile.

Cosa dovrebbe contenere la nostra dieta quotidiana?

Se siamo sani, un po’ di tutto. Ogni volta che lo dico, è consigliabile utilizzare ciò che la natura ci offre, per consumare quanti più cibi locali e stagionali possibili. Non dobbiamo mettere nessun cibo nell’angolo, ma determinare con attenzione la giusta quantità. Segue il periodo delle insalate, dei ravanelli, del leurd, degli spinaci, tutto ciò che la natura ci regala subito dopo l’inverno. L’uovo è di nuovo un alimento come l’ho chiamato in altri interventi , consumato con moderazione, ci fornisce le vitamine, i minerali e tutti gli altri nutrienti necessari all’organismo. È estremamente importante che non trascuriamo alcun gruppo alimentare. La carne, generalmente rossa, e il pesce sono una ricca fonte di proteine ​​e minerali di cui il sistema immunitario ha bisogno per funzionare efficacemente. Aglio e cipolle contengono forti composti solforati che stimolano l’attività dei linfociti e aumentano la resistenza alle malattie. I semi di girasole contengono vitamina E, acidi grassi essenziali Omega-6 e proteine ​​che aiutano il sistema immunitario.

Read:   Nutrizionista Şerban Damian, consigli su come evitare di ingrassare durante le vacanze

Abbiamo bisogno di integratori, credi nella medicina naturale?

La natura ci dà la risposta a tante domande, spesso non sappiamo come fare la domanda giusta o ci poniamo molto tardi. Gli integratori sono necessari solo se non siamo in grado di fornire l’apporto alimentare necessario o siamo in periodi della vita in cui ne abbiamo più bisogno (gravidanza, gravidanza, crescita), o in periodi di isolamento (vitamina D).

Quanto conta il movimento?

Molto importante. Se ci esercitiamo regolarmente e riusciamo a mantenere il nostro peso ottimale, allora possiamo mantenere la nostra salute. Se abbiamo già una condizione e l’attività fisica non è strettamente controindicata, allora può fare miracoli: riduce lo stress, dimezza le infiammazioni, rilascia gli ormoni del benessere, diminuisce i rischi cardiovascolari. Anche l’idratazione è essenziale. Generalmente possiamo consumare acqua, tè o prodotti che non contengono troppo zucchero.

Read:   Il lungo COVID può causare danni ai polmoni nascosti, mostra un piccolo studio

“La lunga sindrome da Covid ci darà problemi”

I malati di LONG COVID hanno bisogno di più attenzione all’alimentazione?

La sindrome del Covid lungo ci darà mal di testa per molto tempo a venire. Per cominciare, consiglierei una visita dal medico per accertare le conseguenze che questo sfortunato virus ha lasciato sul nostro organismo e poi sulla base di una serie di indagini e consulenze per stabilire il corretto comportamento.

Con l’arrivo della primavera pensi che ci libereremo del virus?

Sì, dai dati che abbiamo da metà marzo, inizio aprile, torneremo alla normalità. Spero non ci siano più sorprese. Ho avuto molte infezioni in questa onda V e con la sovrapposizione delle vaccinazioni sembra che abbia ottenuto l’immunizzazione di massa.

Come pensi che sarà il mondo post-COVID?

Cambiato, mentalmente in primo luogo. Ma spero di tornare alla normalità questa primavera. Il sistema medico è stanco, a scatti, così come la popolazione. Dovremo re-imparare ad essere umani!

Ti consigliamo di leggere anche:

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteFord continuerà a chiudere o ridurre la produzione negli Stati Uniti questa settimana a causa della mancanza di semiconduttori
Articolo successivoIl Texas ha citato in giudizio Facebook per la tecnologia di riconoscimento facciale