Home Salute Come puoi beneficiare di un trattamento senza interferone se hai l’epatite C...

Come puoi beneficiare di un trattamento senza interferone se hai l’epatite C o la cirrosi. “Una pillola al giorno per tre mesi e l’uomo è guarito”

99
0

Sebbene il trattamento senza interferone per i pazienti con varie forme di epatite C e cirrosi epatica con virus C non sia disponibile in tutte le contee, coloro che soddisfano i criteri per l’ammissione al programma sono indirizzati ai centri dove possono riceverlo.

A prescriverlo sono i medici delle specialità di gastroenterologia e malattie infettive dei centri convenzionati con CJAS, ma fino a quando non raggiungono questi centri gli accertamenti possono essere effettuati in qualsiasi presidio sanitario.

Molti dei casi, infatti, vengono scoperti alla presentazione in ospedale di pazienti che hanno vari problemi di salute e che non sanno nemmeno di soffrire di epatite o di avere un’infezione da virus C.

Analisi se il paziente può ricevere la terapia senza interferone

“Il paziente arriva e produce anticorpi contro il virus C. virus associato, quindi si consiglia di fare i test per i virus B e C. E se sono presenti gli anticorpi contro il virus C, viene ulteriormente indirizzato per vedere se questo virus si moltiplica . Potrebbe essere una variante in cui la persona ha avuto l’epatite C acuta una volta nella vita e ha ottenuto gli anticorpi. Gli anticorpi rimangono in vita tutto il tempo, che tu guarisca o meno. Il metodo standard per determinare se richiedere la terapia è la viremia. Prima di tutto si producono gli anticorpi per il virus C, si scopre l’infezione, dopodiché si produce la viremia ea seconda della viremia si somministra il trattamento antivirale. La viremia ci dice se si moltiplica o meno. Lo rimandiamo ai nostri colleghi e tutti hanno la possibilità di essere curati”, ha spiegato il capo del dipartimento di gastroenterologia all’interno dell’ospedale di emergenza della contea di Slatina, il dottor Silviu Gavrilă, come i pazienti finiscono per essere guidati nei centri dove si può prescrivere la terapia.

Gli specialisti negli ospedali della contea non hanno ricevuto una spiegazione del fatto che non possono prescrivere questa terapia, dato che trattano altre forme di epatite e il virus dell’epatite C è diventato oggi il più facile da trattare. Tuttavia, il vantaggio del programma è che può guidare tutti i pazienti idonei verso i colleghi nei centri di trattamento, con i quali lavorano molto bene.

Trattamento senza interferone per gli stadi lievi della malattia

Il trattamento senza interferone, che ha avuto risultati straordinari, è disponibile da molti anni attraverso il programma nazionale. Anche i pazienti con forme precoci della malattia hanno avuto accesso ad essa per un breve periodo. “Prima che il trattamento fosse somministrato in uno stadio più avanzato della malattia, il bello è che oggi stanno cercando di sradicare la malattia e di somministrare il trattamento indipendentemente dallo stadio della fibrosi. Da F 0, cioè non ha affatto fibrosi, è un fegato praticamente sano ma ha il virus e si moltiplica, si dà a questo trattamento, va dritta allo stadio della cirrosi. Il trattamento viene somministrato a quasi tutti i pazienti, con risultati superiori al 99%. (…) Gli dai una pillola al giorno per tre mesi, e l’uomo è guarito. Ed è proprio ciò che questa parte del mondo non ci ha permesso di fare. Va bene, perché abbiamo una buona collaborazione e i pazienti traggono beneficio dalla terapia. I pazienti stanno già arrivando e noi li mandiamo”, ha detto il dottore Silviu Gavrilă.

La maggior parte dei pazienti viene diagnosticata in fasi in cui la guarigione è quasi del tutto possibile. Tuttavia, vengono ancora dal medico e dai pazienti con cirrosi, che è lo stadio finale della malattia del fegato. In particolare, i pazienti che non consumano alcolici ma hanno sviluppato la cirrosi vengono interrogati dai medici e le indagini indicano la presenza del virus C.

“Quando raggiunge lo stadio di cirrosi, fermiamo l’azione del virus, ma la malattia non regredisce, il danno è fatto. È positivo che l’aggressore non agisca ulteriormente per accelerare la malattia fino a raggiungere lo stadio delle complicanze. Perché la cirrosi epatica ha gravi complicazioni: sanguinamento, ascite, encefalopatia e sono cause di morte. Le sindromi epatorenali sono tutte complicanze della malattia e una volta somministrato il trattamento ritardiamo nel tempo la progressione della malattia. Abbiamo molti casi che stanno andando bene”, ha aggiunto il medico Silviu Gavrilă.

Anche se sembra difficile da credere, il medico ha anche incontrato pazienti per i quali lo sforzo di trasferirsi in un’altra località, dalla contea vicina, per le cure di soccorso era considerato troppo grande. “Peccato che le racconto un caso: un paziente con il virus C, con possibilità di cura. Gli dico “Devi andare a Craiova, dal dottore ti dico, ti fanno le cure. Non ti confondo, non ti torco, non ti mando a non farcela». Non voleva andare, pensava fosse costoso andare a Craiova, spendere 10 lei per strada. Penso che ci siano casi particolari, ma vedere che è l’unico inconveniente, che è la distanza da qui a là. Non manca molto, dico che manca poco alla Craiova. Avere la possibilità di un trattamento di 20.000 euro e sentirsi dire “Vai e concediti 3-4-5 euro – parliamo in questa valuta – mentre vai!” e dire – “Non vado, perché la strada mi costa 5 euro”. È doloroso”, ha concluso il dottore.

Ti consigliamo di leggere anche:

Trattamento per l’epatite C, fornito dalla National Health Insurance House da febbraio

Appello disperato al governo. I pazienti con epatite C non hanno avuto accesso al trattamento antivirale per 5 mesi. Medico: “Molti pazienti vengono diagnosticati in fase avanzata”

Pazienti con fibrosi in stadio iniziale, accesso alla terapia senza interferone dal 1 settembre. Medico: “F1 significa epatite all’esordio, F4 significa cirrosi”

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteI prezzi al consumo negli Stati Uniti sono aumentati del 7,5% a gennaio, in termini annuali, il massimo dal febbraio 1982
Articolo successivoTesla richiama 578.607 veicoli negli Stati Uniti a causa di un problema con i suoni di avviso di pericolo per i pedoni