Home Sport Così gioca l’Eintracht, rivale dell’FC Barcelona in Europa League

Così gioca l’Eintracht, rivale dell’FC Barcelona in Europa League

74
0

Di solito utilizza un sistema tattico ibrido basato su una linea di tre scambi, dove convive un giovane brasiliano (Tuta22 anni), un esperto austriaco (Hinteregger29) e una promettente difesa francese, di origine camerunese, da Auxerre (N’Dicka22).

Tre difensori, due squadre che in realtà sono giocatori da punto a punto (Knauff20, a kOST29), incaricato di dare vita all’idea di Oliver Glasner, allenatore austriaco di 47 anni che non giocava nell’Eintracht da una sola stagione.

Il gioco della Germania si basa su una linea di tre difensori centrali che proteggono Trapp, il portiere che ha pareggiato 6-1 il PSG con il Barça

Tutto si basa sulle mani esperte di Kevin Trappche era il portiere del Paris SG quando è stato scosso dal Barça de Luis Enrico nella primavera del 2017 con quel 6-1 che sarebbe, curiosamente, la fine del tridente perché Neymar mesi dopo partì per Princes’ Park.

è Filippo Kostic, come il Betis, la principale capitale offensiva della squadra tedesca, che conta due calciatori creativi (il danese Lindstrom, 22 anni e giapponese Kamada, 25) ascoltando il colombiano Rafael Santos Borré (26), un marcatore in fuga da Atlético e Villarreal prima di partire per il River Plate argentino, un passo prima del suo ritorno in Europa attraverso il cancello tedesco.

Read:   Nadal e Alcaraz soffrono per affrontarsi nei quarti di Madrid

kOST è, tuttavia, il più grande tesoro dell’Eintracht, ricordando quella fase d’oro in cui il serbo formò un legame balcanico con il croato. Ante Rebic (ora al Milan) e anche serbo Luca Jovic (nove sostituzioni del Real Madrid), poi guidato dal croato Niko Kovacche ha lasciato la panchina.

“Il Barça è uno dei nomi più importanti del calcio europeo. Ma per dirla senza mezzi termini: se giochi contro il quinto in Spagna, puoi giocare anche contro il terzo”

Oliver Glasner, allenatore dell’Eintracht

Tutti hanno lasciato Francoforte. Tutti tranne uno kOST, che il club, aggrappandosi al contratto che lo lega fino al 2023, non gli ha permesso di lasciare la squadra provocando momenti di tensione nel suo rapporto con il direttivo. Ora è lui il faro come ha affermato contro il Betis, trasformato nel giocatore più pericoloso.

Segnò lo 0-1 a Benito Villamarín e scontò la mancanza che causò la crudele fine a Francoforte con il clamoroso errore di Rui Silva quando passarono i 20 secondi dei 120 minuti già stremati della proroga. Quel mancino contiene veleno ogni volta che entra in contatto con la palla.

“Non rimanere congelato”

“Il Barça è uno dei nomi più importanti del calcio europeo”, ha detto Glasner, costretto a tenere due conferenze stampa in un venerdì passato alla storia del club. Dopo la mezzanotte lo ha fatto per analizzare l’incredibile pareggio con il Betis che ha aperto le porte ai quarti di finale di Europa League.

Read:   Maria Arnal canterà l'inno del Barça nel 'classico' femminile a cappella

Ore dopo, si è seduto con i giornalisti per discutere del duello a Lipsia e della partita di Barcellona. Xavi. “Ma per dirla senza mezzi termini: se vai contro il quinto in Spagna, puoi farlo anche contro il terzo”, ha detto l’allenatore, che non ha mostrato eccessiva preoccupazione per essere all’altezza del Barça.

“Siamo felici. La squadra e la città meritano questa rivale attraente. È importante non congelarci ma accettare questo ostacolo”, ha detto. Glasner, diffondendo un messaggio di massima ambizione.

Notizie correlate

“Vogliamo andare alle semifinali. Durante la pausa per le Nazionali ci concentreremo maggiormente sul Barcellona. Ora è importante trovare il focus per il Lipsia”, ha detto l’allenatore.

“E’ una sfida, forse il miglior rivale possibile. Ma abbiamo visto che il Galatasaray ha già dato loro problemi. Vogliamo anche quello”, ha detto. Markus Kröschedirettore sportivo dell’Eintracht, convinto che il Barça potrà seguire la stessa strada del Betis.

Articolo precedenteSorteggio Champions League: il Real Madrid ripeterà la battaglia contro il Chelsea
Articolo successivoLa Russia ritarda parte del debito pubblico dopo aver inizialmente annunciato l’intenzione di ripagare i conti bloccati