Home Sport Djokovic potrà andare al Roland Garros anche se non vaccinato

Djokovic potrà andare al Roland Garros anche se non vaccinato

68
0

Finché Novak Djokovic non cambierà la situazione della pandemia, potrà difendere il titolo di Roland Garros che ha conquistato l’anno scorso. E lo farà senza bisogno di vaccinarsi e senza il timore di una rivolta internazionale come quella di Melbourne a gennaio quando gli è stato vietato di partecipare al primo Grande Slam dell’anno ed è stato espulso dall’Australia.

In questa occasione, il miglioramento della pandemia e i dati favorevoli gestiti dalle autorità sanitarie francesi gli consentiranno non solo di andare Roland Garrosma gioca il prossimo mese Torneo di Montecarlouno degli eventi più importanti della stagione del tennis sulla terra battuta, sin dal principato di Monaco dipendeva anche dalle decisioni del governo francese in materia di anti-covid.

Read:   Guardiola e 120 minuti al Bernabeu

Comunicazione Castex

Djokovic è ancora non vaccinato e le ultime dichiarazioni rilasciate dal mondo fino a poco tempo fa non hanno indicato un cambio di opinione sulla sua decisione. Per questo la stagione tennistica del giocatore serbo era ancora nell’aria. Questo giovedì, indirettamente, Jean CastexPrimo Ministro francese, gli ha dato una pausa quando ha detto ai cittadini francesi durante un’intervista televisiva che dal 14 marzo è stato eliminato l’obbligo di presentare la tessera vaccinale per spostarsi ed entrare in molti degli stabilimenti del Paese. La notizia è diventata verde per Djokovic e gli si sono aperte le porte del Roland Garros, torneo contro il quale ha vinto l’anno scorso Stefanos Tsitsipas dopo aver cancellato a Rafael Nadal in una vibrante semifinale.

Read:   Uno dei gemelli di Cristiano Ronaldo e Georgina Rodríguez muore durante il parto

Tornei statunitensi

Notizie correlate

Per ora, gran parte della stagione Djokovic ancora nell’aria. Indian Wells, questo mese, è il primo appuntamento importante del serbo da quando è stato espulso dall’Australia. Per ora il suo nome compare sull’iscrizione al torneo ma non si sa come potrà partecipare perché non essendo vaccinato non ha il permesso di giocare in California. “Non posso entrare negli Stati Uniti oggi”, ha detto il tennista la scorsa settimana.

Il miglioramento della pandemia in tutta Europa favorisce anche la presenza del tennista in Wimbledon, a fine giugno. Per ora il primo appuntamento sarà Monte Carlo (dal 9 al 19 aprile) e poi il Roland Garros (dal 22 maggio al 5 giugno).

Articolo precedenteIl colosso automobilistico Toyota sospende la produzione in Russia. Interruzioni della catena di approvvigionamento, il motivo principale
Articolo successivoLa Banca Mondiale ha sospeso tutti i programmi di aiuto alla Bielorussia e alla Russia