Home Sport È così che Nadal ha vinto la finale degli Australian Open

È così che Nadal ha vinto la finale degli Australian Open

82
0

Il tennista spagnolo Rafa Nadal ha un appuntamento con la storia, uno in più nella sua formidabile carriera ma questa volta con una portata più ampia se possibile, se misurato questa domenica (9:30 / Eurosport) con il russo Daniel Medvedev nel fine degli Australian Opencon la possibilità di vincere il suo 21º Grande Slam e lasciarsi alle spalle Djokovic e Federer.

Lo ha fatto ancora Nadal, risorto da un complicato infortunio, da una lunga pausa senza giocare, per darsi la possibilità di lottare ancora per un titolo importante. Lo ha fatto questa settimana a Melbourne, dopo sei mesi senza gare e un’operazione al piede che gli ha fatto dubitare che sarebbe stato in grado di giocare di nuovo a tennis, al suo mestiere e alla sua passione.

Con la dedica del primogenito dei ribes e il cuore dell’amante più platonico, el de Manacor ha raggiunto il tono all’inizio del 2022 per acquisire fiducia e giocare in ogni partita fino all’ultimo passaggio. Quelle di Denis Shapovalov e Matteo Berrettini sono state le sue vittorie più impegnative, a sedersi ora sul piatto, un Medvedev che, nonostante abbia sofferto, è sicuramente di un altro livello.

Read:   Che posizione occupa nella classifica ATP Carlos Alcaraz dopo aver vinto il Miami Open 2022?

Il percorso del russo è stato forse più complicato e ha dovuto sudare soprattutto davanti a Felix Auger-Aliassime e Stefanos Tsitsipas, ma il numero due del mondo è tornato in una finale del ‘Grand Slam’ come quella vinta qualche mese fa agli US Open. Anche l’opzione di ripetere ‘alla grande’ e vincere il secondo record consecutivo è storica per un Medvedev di 10 anni più giovane di Nadal.

Il russo ha già rovinato il Grande Slam 2021 di Novak Djokovic a New York e ora potrebbe interferire in un altro picco della storia del tennis con Nadal come protagonista. Da quando ha vinto il suo primo Roland Garros nel 2005, l’uomo di Manacor ha interrotto quella gara con Roger Federer e poi ha sopportato le molestie di “Nole”, il serbo determinato in una rissa sull’Olimpo.

Read:   Yarmolenko, gol, vittoria, emozioni e lacrime al West Ham-Aston Villa

Notizie correlate

Con lo svizzero che zoppica per le operazioni al ginocchio e il serbo fuori combattimento per la sua controversa deportazione dall’Australia, Nadal ha vinto l’opzione di essere lasciato solo al vertice e di rompere il triplo pareggio con 21º. Il Balearico giocherà la sua sesta finale a Melbourne, torneo inafferrabile e teatro di disagi fisici, alla ricerca del secondo titolo dopo il quale ha vinto nel 2009.

Nei duelli diretti Nadal è a favore 3-1, essendo l’ultima partita per il russo, nella Masters Cup 2020, ma la più significativa per lo spagnolo, la finale degli US Open 2019. Medvedev è forte, Take it out e restituire tutto dal fondo della pista, e ripetere la finale in Australia come un vero pericolo. Nadal lo sa e, nonostante lo conoscano tutti, è sempre capace di fare di più.

Articolo precedenteIl treno Adama torna in prestito al Barça
Articolo successivoIl principe Harry e sua moglie Meghan hanno espresso preoccupazione per Spotify per la disinformazione su Covid-19 sulla sua piattaforma.