Home Sport E Marco ‘Ausencio’ tacque al Bernabeu

E Marco ‘Ausencio’ tacque al Bernabeu

98
0

I social media stavano fumando e Marco ‘Assenza’il nome con cui le reti hanno battezzato il giocatore del Real Madrid per la sua indolenza, era Trending Topic in Twitter. Il Balearico è apparso sul balcone della sua area per recuperare un pallone e ha ceduto al suo portiere, ma Pere Pons interposto, ha rubato la palla, ha mercanteggiato Corteis, e quando gli spalti temevano il peggio, incomprensibilmente la cacciò fuori. Il fischio è stato monumentale per Asensioche pochi secondi dopo ha ricevuto un passaggio in attacco, ha tagliato verso l’interno e ha inchiodato un tiro di sinistro nell’angolo di Pacheco. Da cattivo ad eroe. marco Corse al gagliardetto per celebrare il gol, ma la rabbia poteva. Prima è stato messo a tacere sugli spalti e poi gli è stato chiesto di sostenere il Real Madrid mordendo lo scudetto. Un gesto tanto poco diplomatico quanto sorprendente in un giocatore che una parte dei tifosi descrive come ‘pechofrío’, un termine calcistico molto argentino. Tuttavia, quel gesto vendicativo rivela il passo avanti del maiorchino.

Punto di svolta

Tutto è cambiato nella sua testa Asensio nel 2019. L’infortunio al ginocchio ha cambiato molte cose, per cominciare ha capito chi era al suo fianco e chi per interesse. Inoltre le lunghe sessioni di recupero lo hanno aiutato a mettere in atto una routine fisica impegnativa che mantiene con un lavoro personalizzato a casa con un tecnico personale. Un’altra cosa che ha scoperto è stata l’importanza di una corretta alimentazione. Al punto di associarsi Marco Llorente, fan della dieta paleolitica, per fondare ‘Bombastico‘, un ristorante che scommette sul cibo sano il cui motto è applicabile a questa nuova versione di Asensio: ‘Le persone tossiche non sono ammesse’.

Read:   Il Chelsea ha finito le carte di credito

Quello nuovo Asensio è un giocatore interiore, come hai chiesto Ancelottiun calciatore più associativo che gioca a piedi cambiato per poter attivare il cannone che si nasconde nella mano sinistra. Carletto l’ha convinta a incoraggiarlo a colpirla di più “con quel coz che ha alla sua sinistra”.

Notizie correlate

Nel bel mezzo della crisi da gol del Madrid, che nel 2022 non ha vinto cinque delle dodici partite giocate e ha abbassato la sua media reti da quasi tre gol a 1,5 (20 gol in 12 partite), il Baleari è esploso. Non solo per segnare gol che scatenano partite come quelle di Granata y Alaves, o per essere il terzo capocannoniere della squadra con nove gol. Il gesto di Asensio stare zitto al Bernabeu e chiedere supporto era impensabile un anno fa in un giocatore insignificante. Ora Marco ha fiducia, una vita stabile Madride aspira ad essere il “punto di riferimento del Madrid e della squadra” che Ancelotti le disse che doveva essere. Nella fessura che Rafa Nadal consigliato a Fiorentino.

Read:   Dest subisce un infortunio muscolare ed è a terra per la classica contro il Madrid

Articolo precedenteIl Manchester United migliora e batte il Leeds prima di visitare l’Atletico Madrid
Articolo successivoLa Cina sta compiendo la sua missione olimpica