Home Technologia Endurance, la nave perduta dell’esploratore Ernest Shackleton, ritrovata in Antartide VIDEO

Endurance, la nave perduta dell’esploratore Ernest Shackleton, ritrovata in Antartide VIDEO

95
0

Endurance, la nave perduta dell’esploratore antartico Sir Ernest Shackleton, è stata ritrovata durante il fine settimana sul fondo del Mare di Weddell.

La nave fu naufragata dal ghiaccio marino e affondò nel 1915, costringendo Shackleton ei suoi uomini a fuggire a piedi e su piccole imbarcazioni.

Il video che mostra il relitto della nave mostra che Endurance è in condizioni eccezionali.

Anche se era profondo 3 km per oltre un secolo, sembra esattamente come il giorno in cui è affondato.

Il suo legno, seppur danneggiato, è ancora molto ben coagulato, e il nome – Endurance – è ben visibile a poppa.

“Senza esagerazione, questo è il miglior relitto di legno che abbia mai visto, di gran lunga”, ha detto l’archeologo marino Mensun Bound, che è in una spedizione di scoperta e ora ha realizzato un sogno nella sua carriera da quasi 50 anni. “È in posizione verticale, intatta e in un brillante stato di conservazione”, ha detto a BBC News.

Read:   Codemasters ed Electronic Arts hanno annunciato la data di uscita di F1 22

Il progetto per trovare la nave scomparsa è stato portato avanti dal Falkland Maritime Heritage Trust (FMHT), utilizzando un rompighiaccio sudafricano, Agulhas II, ed equipaggiato con sottomarini telecomandati.

Il capo della missione, il geografo polare veterano Dr. John Shears, ha descritto il momento in cui le telecamere sono atterrate sul nome della nave come “attraente”.

“La scoperta del relitto è un risultato incredibile”, ha aggiunto. “Abbiamo completato con successo la più difficile ricerca di relitti al mondo, combattendo il ghiaccio marino in continua evoluzione, le bufere di neve e le temperature che sono scese a -18°C. Abbiamo raggiunto ciò che molte persone hanno detto è impossibile”.

Read:   BANG & OLUFSEN ha lanciato Beoplay EX, cuffie true wireless con ANC

La resistenza è stata osservata nel Mare di Weddell a una profondità di 3.008 metri.

Per più di due settimane, i sottomarini hanno perquisito un’area di ricerca predefinita, indagando su vari obiettivi interessanti, prima di scoprire finalmente la posizione del relitto sabato, il 100° anniversario del funerale di Shackleton.

Il relitto stesso è un monumento designato ai sensi del Trattato Internazionale Antartico e non dovrebbe essere disturbato in alcun modo. Pertanto, nessun artefatto fisico è stato portato in superficie.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteLa decisione di David e Victoria Beckham sui rifugiati. Cosa hanno deciso di fare per loro
Articolo successivoHa voltato le spalle alla famiglia reale dopo aver ricevuto un trattamento preferenziale. Quello che Meghan Markle poteva fare anche quando non era sposata con Harry