Home Economia Engie: L’interruzione delle importazioni di energia dalla Russia potrebbe influire sulla fornitura...

Engie: L’interruzione delle importazioni di energia dalla Russia potrebbe influire sulla fornitura dell’Europa per il prossimo inverno

74
0

“L’inverno sta finendo. Il vero problema sarà il prossimo inverno quando ricostituiremo le nostre scorte durante l’estate “, ha detto MacGregor a France Inter a France Inter, ha riferito Agerpres.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha affermato che Washington e gli alleati europei stanno discutendo un possibile embargo sulle importazioni di petrolio russo al fine di inasprire le sanzioni economiche a Mosca.

Il ministro delle finanze tedesco Christian Lindner si è espresso contro il divieto di importazione di gas, petrolio e carbone dalla Russia nell’ambito delle nuove sanzioni contro l’invasione dell’Ucraina.

La Germania è più dipendente dalle importazioni di gas naturale dalla Russia rispetto a molti altri paesi vicini. Pertanto, le autorità hanno adottato nuove misure per ridurre la dipendenza dal gas russo, presentando un piano per costruire un terminale per l’importazione di gas naturale liquefatto (GNL), riferisce Reuters.

Read:   La Gran Bretagna vuole disconnettere la Russia dal sistema globale di pagamento interbancario SWIFT. Quello che annunciano le autorità francesi e tedesche

Secondo la fonte citata, la banca statale tedesca KfW ha firmato un memorandum d’intesa con il principale produttore di energia del Paese, RWE, e l’operatore di rete olandese, Gasunie, per la costruzione di un terminal nella città portuale di Brunsbuettel. “Avrà una capacità annua di otto miliardi di metri cubi e sarà completato il prima possibile”, ha dichiarato il ministero dell’Economia tedesco alla fine della scorsa settimana.

La decisione arriva una settimana dopo che il cancelliere Olaf Scholz ha dichiarato che la Germania attuerà piani per costruire due nuovi terminali di gas naturale liquefatto (GNL) e anche aumentare le sue riserve di gas naturale per ridurre la dipendenza dal gas russo.

Le autorità non hanno fornito informazioni sulla necessità di investimenti, ma le stime precedenti valevano 450 milioni di euro per il terminal di Brunsbuettel.

Read:   Le grandi aziende nel mondo non forniranno più prodotti sul mercato russo e sospenderanno la produzione in quel paese

Il prezzo del gas naturale ha raggiunto lunedì mattina il nuovo massimo storico sul mercato europeo, mentre il prezzo di un barile di greggio ha superato i 139 dollari alla Borsa di Londra.

All’hub del gas TTF nei Paesi Bassi, dove i prezzi di riferimento sono fissati in Europa, lunedì i prezzi sono aumentati del 79% raggiungendo un nuovo record di 345 euro per Megawattora.

L’anticipo di lunedì è la continuazione di una tendenza all’apprezzamento che ha raddoppiato i prezzi nell’ultima settimana dopo che l’invasione russa dell’Ucraina e le sanzioni internazionali contro il paese hanno sconvolto i mercati delle materie prime di tutto il mondo.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteIsaacWiper e HermeticWizard – Nuovi programmi malware wiper e worm rivolti all’Ucraina
Articolo successivoAi dati interni di Samsung hanno avuto accesso gli hacker, che hanno ottenuto i codici sorgente per i dispositivi Galaxy