Home Technologia Fossile di uccelli marini, 33 milioni di anni, scoperto nelle montagne di...

Fossile di uccelli marini, 33 milioni di anni, scoperto nelle montagne di Vrancea

98
0

Secondo un rapporto dell’Università Babeş Bolyai di Cluj Napoca, i ricercatori di questo istituto scolastico hanno scoperto il fossile più antico di pesce persico in Europa. Il team che ha fatto la scoperta è stato formato dal Dr. Ionuţ Grădianu (UBB e Museo di Scienze Naturali di Piatra Neamţ), il Dr. Marian Bordeianu (UBB), rispettivamente il Prof. Dr. Vlad Codrea (UBB).

La specie Dicentrarchus oligocenicus, di circa 33 milioni di anni, è stata scoperta nel sud-est della Romania, nella contea di Vrancea, nella valle del ruscello Coza.

“L’area in questione è tanto istruttiva dal punto di vista geologico quanto deserta, raramente calpestata dall’uomo. Il nome specifico indica l’età delle formazioni geologiche di origine. La scoperta si riduce a uno scheletro quasi completo che differisce morfologicamente da tutte le specie oligoceniche o più antiche già conosciute, ma che ricorda da vicino l’attuale lavrac. Il tipo fossile è nella collezione del Museo di Paleontologia-Stratigrafia dell’UBB”, hanno precisato i ricercatori.

Read:   Studio: il metano potrebbe essere il primo segno rilevabile di vita extraterrestre su un pianeta lontano

I tre specialisti del Laboratorio di Paleoteriologia e Geologia del Quaternario dell’Università Babeş-Bolyai, insieme al Dr. Nicolae Trif (Museo Nazionale Brukenthal di Sibiu) hanno anche presentato, nel 2018, un fossile di pesce fossile della stessa regione, composto da sette specie (uno squalo e sei pesci ossei), ma nessuna ha il valore sistematico della nuova forma, nuova per la scienza. Questa scoperta non solo arricchisce la dote paleontologica nazionale e internazionale, ma è anche un eloquente esempio che mostra che la ricerca geologica e paleontologica in Romania può raggiungere livelli elevati quando è basata sulla passione.

La spigola europea è uno dei pesci marini economicamente più importanti che si trovano negli allevamenti in Europa. Questo pesce migratore vive negli estuari, nelle lagune e nelle zone costiere intorno al Mar Nero, al Mar Mediterraneo e all’Oceano Atlantico orientale. Nel tempo, è stato ampiamente studiato per la crescita commerciale, ma finora si sa poco dei suoi antenati.

Read:   Microsoft offre sconti ai clienti insoddisfatti dei servizi di Google

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteCostin Craioveanu ha reagito dopo essere stato accusato di aver picchiato Mihaela Cernea, che ha chiesto un ordine restrittivo nei suoi confronti
Articolo successivoNei Paesi Bassi è stata identificata una nuova variante più virulenta dell’HIV. La scoperta potrebbe aiutare a capire meglio come il virus attacca le cellule