Home Sport Girona discende dalla nuvola a Lezama

Girona discende dalla nuvola a Lezama

71
0

Prima o poi doveva succedere. L’inerzia non può essere sempre positiva e un giorno Girona Doveva fare il segno della croce. Il problema è che il computer Michele ha offerto la sua versione più povera nel campo di Amorebieta, un rivale che aveva vinto a malapena una delle ultime 10 partite e che è sopravvissuto per tutto il secondo tempo con un giocatore in meno (1-0). Inoltre, l’unico gol della partita è arrivato nelle prime fasi e lo ha regalato Ortolache si è precipitato a giocare la palla da dietro e gli ha reso la vita più facile Attraversoche doveva solo abbassare la testa.

Colpo inaspettato per la squadra, che è costato un mondo per generare pericolo. Lo ha fatto molto poco e sempre con l’aiuto di Cristiano Stuani. Entro un quarto d’ora, andate oltre la traversa. Ha affinato il suo obiettivo al 38 ‘, quando ha posizionato la palla nella parte posteriore della porta con a malapena qualsiasi angolazione. Ma il VAR aveva l’ultima parola e, ancora una volta, ha voltato le spalle alla squadra catalana. Il suo verdetto: uno dei fuorigioco più rigorosi, ma sufficiente a vanificare il gol.

Read:   Alcaraz è sulla buona strada per il suo debutto al Roland Garros

Espulsione locale

Ancora guai sul limite dell’intervallo. Arnau cadde a terra davanti allo sguardo dell’arbitro, che tornò sulla fascia per capire cosa fosse successo. Ha finito per mostrare il cartellino rosso a Álvaro Peña per fallo di mano alla difesa ospite.

Con un uomo in più e un sacco di minuti di vantaggio, il Girona non è stato in grado di offrire argomenti solidi per pensare al ritorno. O in cravatta. Zero chiare possibilità e nessun calcio tra i tre bastoni. Impossibile aggiungere. E che Michel non si sia stancato di spostare la panchina. Iván Martín ha fatto il suo debutto, finora l’unica firma in questo mercato invernale. Situato nella band, ha mostrato poco. Fu seguito da Pablo Moreno, Bustos, Gabri … Artiglieria sull’erba, anche se nessuna possibilità di Santa Maria che doveva solo mettere i pugni per liberare un centro avvelenato.

Read:   La perdita di Brandon Davies lascia il Barça in una situazione critica

“Punto di svolta”

Notizie correlate

Il Girona ha esaurito il tempo, perdendo un’altra partita di campionato due mesi dopo e facendolo appena prima di un programma fitto di appuntamenti. diretti rivali. “Allora ci è semplicemente venuto a conoscenza. l’adulazione si indebolisce e sembrava tutto meraviglioso. Può servirci come punto di svolta perché ora abbiamo partite importanti. Non siamo stati bene, anche se è rimasto molto. Abbiamo perso una buona occasione per lottare per essere il più in alto possibile”, ha detto Michel.

Amorebieta, 1; Girona, 0

AMOREBIETA: Santa Maria; Larra, Óscar Gil, Perù Nolaskoain, Luengo, Seguín (Andoni López, m. 81), Markel Lozano, Álvaro Peña, Iker Bilbao (Larru, m. 71), Moreno (Olaetxea, m. 46) e Guruzeta (Obieta, m. 81)

GIRONA: Ortola; Arnau, Santi Bueno (Iván Martín, m. 54), Bernardo, Juanpe, Juncà (Pablo Moreno, m. 66′) Pol Lozano (Bustos, m. 80), Ibrahima Kébé (Gabri, m. 66′, Álex Baena) Terrats, m. 80), Borja García y Stuani.

OBIETTIVI: 1-0 (m. 6), Cross.

Articolo precedenteI router HUAWEI WiFi Mesh 3 offrono velocità Wi-Fi 6 e Harmony OS
Articolo successivoCosa farebbe tornare nel Paese i Tataee della mafia BUG? L’artista e la sua famiglia si stabilirono in Spagna