Home Economia Gli investitori temono che stia arrivando “un inverno di criptovalute”, con il...

Gli investitori temono che stia arrivando “un inverno di criptovalute”, con il valore del bitcoin del 50% al di sotto del livello record

95
0

Il bitcoin, la valuta virtuale più preziosa al mondo, è scesa al di sotto di $ 33.000 lunedì al livello più basso da luglio. Da allora, bitcoin è tornato sopra la soglia dei $ 36.000, ma è ancora in calo di quasi il 50 percento dal record di quasi $ 69.000 di novembre.

Nel frattempo, l’intero mercato delle criptovalute ha perso più di 1 trilione di dollari di valore dal record di bitcoin, le principali valute come ether e solana hanno seguito il trend negativo della valuta digitale n. 1.

Il valore dell’etere è diminuito di oltre la metà da quando ha raggiunto il picco a novembre, mentre la solana è diminuita ancora più drasticamente, scendendo del 65%.

Questi ribassi hanno portato alcuni investitori in criptovalute a parlare della possibilità di un “crypto winter”, espressione che si riferisce all’andamento ribassista nei principali mercati delle valute digitali.

Read:   Le nuove restrizioni economiche imposte alla Russia dall'Unione Europea

L’evento più recente si è verificato tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018, quando bitcoin è crollato fino all’80% dai suoi massimi storici.

David Marcus, l’ex direttore delle criptovalute di Meta, la società madre di Facebook, sembrava ammettere che l’inverno delle criptovalute è già arrivato.

In un tweet di lunedì, ha dichiarato: “Durante gli inverni delle criptovalute, i migliori imprenditori costruiscono le migliori aziende. Ora è il momento di concentrarsi sulla risoluzione di problemi reali invece di pompare valute virtuali. ”

Nadya Ivanova, direttore operativo della società di ricerca tecnologica BNP Paribas L’Atelier, ha affermato di non essere convinta che un altro inverno crittografico sia arrivato, ma il mercato “si sta ora raffreddando”. Potrebbe non essere così male, dice.

Il crollo delle criptovalute è arrivato di pari passo con un calo dei mercati azionari globali. Gli esperti affermano che il coinvolgimento di grandi fondi istituzionali significa che le risorse digitali stanno diventando sempre più intrecciate con i mercati tradizionali.

Read:   Boeing mette in dubbio ordini per 141 aerei per la guerra in Ucraina e sanzioni alla Russia

L’S&P 500 è sceso dell’8% dall’inizio dell’anno, mentre l’indice Nasdaq delle società tecnologiche è sceso di oltre il 12%. E la correlazione tra la performance di bitcoin e quella dell’S&P 500 è in crescita ultimamente.

Gli investitori temono che potenziali aumenti dei tassi di interesse e un’aggressiva stretta monetaria da parte della Federal Reserve riducano la liquidità del mercato.

La banca centrale statunitense prevede di adottare tali misure in risposta all’aumento dell’inflazione e alcuni analisti affermano che potrebbe portare alla fine dell’era del denaro ultra-economico e delle valutazioni significative, specialmente in settori ad alta crescita come la tecnologia.

Consigliamo inoltre:

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteUfficiale dell’OMS: la prossima opzione sarà più contagiosa di Omicron. La grande domanda è se l’infezione sarà più grave
Articolo successivoYouTube supporterà gli NFT