Home Salute Gli scienziati hanno trovato somiglianze tra le conseguenze del covid e del...

Gli scienziati hanno trovato somiglianze tra le conseguenze del covid e del morbo di Alzheimer

101
0

Gli scienziati della Columbia University (Stato di New York) ritengono che la sensazione di “nebbia” nella testa dopo aver sofferto di coronavirus possa essere causata da processi simili a quelli che si verificano nel morbo di Alzheimer. I risultati della loro ricerca sono presentati in un articolo pubblicato sulla rivista Alzheimer and Dementia.

Alcuni pazienti che hanno avuto il coronavirus lamentano confusione e problemi di coordinazione, difficoltà a cercare di concentrarsi. Il motivo potrebbe essere il cosiddetto battito cardiaco – difetti cerebrali derivanti dall’agglomerazione delle proteine ​​​​a causa di processi infiammatori dovuti al coronavirus. Difetti simili si verificano nella malattia di Alzheimer.

Uno studio sul cervello di pazienti morti di coronavirus ha mostrato che avevano difetti simili: grovigli neurofibrillari. In precedenza, erano noti agli scienziati per il morbo di Alzheimer. Di conseguenza, gli scienziati sono giunti alla conclusione che metodi e farmaci simili possono essere usati per trattare la “nebbia” nella testa dopo il coronavirus, farmaci e metodi usati per combattere i sintomi del morbo di Alzheimer.

Read:   6 tipi di cancro rilevati in ritardo. Il motivo principale è la mancanza di sintomi, che ritarda la presentazione al medico

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteIl Getafe schiaccia Levante nella loro scalata
Articolo successivoReinildo Mandava, il rinforzo dell’Atlético accusato di 30 euro in Mozambico e rifugiatosi da una sparatoria in questura