Home Technologia Guerra in Ucraina. Instagram e Facebook sono ufficialmente banditi in Russia

Guerra in Ucraina. Instagram e Facebook sono ufficialmente banditi in Russia

62
0

La corte ha accolto una richiesta della Procura generale di Mosca, che chiedeva che Meta fosse considerata un’organizzazione estremista. L’azione è arrivata dopo che Mark Zuckerberg ha dichiarato che avrebbe consentito inviti temporanei alla violenza contro i soldati russi che hanno invaso l’Ucraina.

In seguito, Meta ha ricordato che sui social network non sono consentiti appelli all’uccisione di capi di stato.

Il magistrato, Olga Solopova, ha scritto nella decisione che la decisione “deve essere attuata immediatamente”.

WhatssApp può funzionare in Russia

Il tribunale ha inoltre stabilito che il divieto non dovrebbe applicarsi all’applicazione di messaggistica Whatsapp “per mancanza di funzioni relative alla diffusione pubblica delle informazioni”.

Il portavoce dell’FSB Igor Kovaleski ha detto alla corte che Meta è contro la Russia e le sue forze armate e che la decisione di vietarlo dovrebbe essere attuata immediatamente.

Il 4 marzo è stato bloccato il social network Facebook e il 14 marzo è stato bloccato anche Instagram.

Sempre il 4 marzo, Twitter è stato limitato in Russia.

Un gruppo di imprenditori di origine russa ha annunciato che alla fine di questo mese verrà lanciata “Rossgram”, un’applicazione che consentirà agli utenti di inviare foto o video.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteIl cocktail di anticorpi AstraZeneca COVID-19 neutralizza la sottovariante di Omicron
Articolo successivoEnel si prepara a lasciare la Russia. Ufficiale: “Mi dispiace che dobbiamo seguire l’esempio degli altri”