Home Economia I prezzi globali del carbone sono aumentati vicino a livelli record a...

I prezzi globali del carbone sono aumentati vicino a livelli record a causa della crisi in Ucraina

104
0

Il Newcastle Coal Benchmark Index è salito di oltre un terzo questo mese a 262 dollari la tonnellata, alimentato da un mese di divieto di esportazione da parte del principale fornitore Indonesia, e ora teme che qualsiasi impegno militare in Ucraina interromperà le forniture di gas dalla Russia.

L’Europa fa affidamento sulla Russia per circa il 35% del suo gas naturale e la scorsa estate si trova ad affrontare una carenza di gas, che ha fatto salire i prezzi locali a livelli record alla fine dello scorso anno.

I prezzi del gas hanno iniziato a scendere nelle ultime settimane con l’aumento delle importazioni, ma sono nuovamente aumentati poiché le crescenti tensioni con la Russia hanno sollevato preoccupazioni per una potenziale interruzione delle forniture.

Per proteggersi da eventuali carenze di carburante, le società di servizi pubblici europee hanno intensificato le importazioni di carbone, inasprindo ulteriormente un mercato che non si è ancora ripreso dal divieto shock dell’Indonesia, che ha ridotto le consegne di carbone durante l’alta stagione.

Read:   L'Ucraina vieta tutte le importazioni dalla Russia fino al 45° giorno di guerra, fino a poco tempo fa il suo più importante partner commerciale

“I prodotti spot si stanno accorciando nel breve termine, con un trasferimento in Europa, dove i prezzi stanno aumentando a causa dei prezzi del gas e dell’effetto simultaneo del recente divieto in Indonesia”, ha affermato Puneet Gupta, fondatore dell’Indian Coalshastra Coal Market.

Mentre il consumo di carbone in Europa è diminuito drasticamente negli ultimi anni – rappresentando solo il 6,2% del consumo globale di carbone nel 2020, secondo BP – gli acquirenti europei hanno intensificato in modo aggressivo gli acquisti a metà del 2021.

Sotto pressione per raggiungere gli obiettivi climatici, diversi paesi dell’UE hanno chiuso le vecchie centrali elettriche a carbone. Alcuni paesi mantengono centrali elettriche a carbone per l’approvvigionamento di riserva, ma molti sono già stati rimessi in funzione a causa degli alti prezzi del gas.

Read:   Bloomberg: è in corso un'indagine sull'aumento del prezzo del gas. L'UE ha condotto controlli presso le filiali di Gazprom in Germania

Secondo Kpler Flow Tracking Company, l’Europa è sulla buona strada per importare 5,58 milioni di tonnellate di carbone termico a gennaio, il totale mensile più alto da novembre 2019 e oltre 1 milione di tonnellate in più rispetto alla media mensile nel 2021. .

L’acquisizione ha contribuito ad aumentare notevolmente i prezzi del carbone, superando i massimi record di ottobre dello scorso anno a causa della carenza in Cina e India a causa di condizioni meteorologiche estreme e domanda industriale post-pandemia.

L’aumento dei consumi europei potrebbe causare problemi ad altri acquirenti, soprattutto in India, il secondo consumatore mondiale di carbone.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteIl Google Play Store avrà una sezione dedicata
Articolo successivoMaria Băsescu, una nonna modello. Vuole instillare nei suoi nipoti il ​​suo immenso amore per i cavalli