Home Sport Il Barça conferma l’infortunio di Ansu Fati e apre le porte a...

Il Barça conferma l’infortunio di Ansu Fati e apre le porte a un’altra operazione

112
0

La cosa peggiore della sconfitta di Bilbao, per la maggior parte dei catalani, è stata non aver vinto il secondo titolo in una sola settimana. Oppure guarda come non c’è stato alcun accenno di miglioramento nel gioco che è stato percepito in Arabia Saudita contro il Madrid. No. La cosa peggiore è stato rivederlo Ansu Fatti lasciare il campo prematuramente con lacrime di rabbia.

Il Canterano non ha ereditato solo i 10 di Messi ma anche le speranze dei catalani. Come se il pettorale fosse una tuta con superpoteri. E quando è in campo, lo dimostra. Segna un gol ogni due partite. Il problema è che ha potuto giocarne solo 10 e questo corso ha già avuto tre ricadute.

Gli infortuni sono i kryptonite del giovane talento, che dall’esordio in prima squadra ha sofferto nove e ha perso 65 partite per problemi fisici. Tornò in Supercoppa e con il gol contro il Madrid gli fece sognare non solo di passare in finale e di mettere a segno la serie di sconfitte consecutive nelle Classiche (cinque di fila), ma che con la mano la traversata del deserto potrebbe essere più corto.

Read:   "Vincere non lo so, ma sarei potuto salire sul podio"

Ma l’incubo ricorrente è stato rivissuto a San Mamés, dove soffriva del bicipite femorale della coscia sinistra. Nella stessa zona in cui è caduto a Balaídos, e questo gli ha fatto perdere due mesi senza giocare. Xavi, che aveva voluto dosarlo regalandogli l’ultima mezz’ora di gara, ha visto come ad inizio tempo supplementare si è rotto di nuovo. L’abbraccio che diede ad Ansu ricordava Frango Rijkaard a Messi nel 2006 al Chelsea, quando un giovane Leo aveva il cuore spezzato nel vederlo incatenare dopo l’infortunio.

“Quello di Pedri non sembra importante, ma vedremo cosa accadrà ad Ansu. È stato molto colpito”, ha detto Xavi dopo lo scontro, mentre i due pilastri della ricostruzione si incrinavano di nuovo nella Cattedrale. Mentre, se non ci sarà altra battuta d’arresto, il centrocampista delle Canarie potrà giocare domani contro l’Alavés, l’allenatore del Barcellona impiegherà molto più tempo per poter contare sull’altra perla del Barça.

Notizie correlate

Read:   Il gol che serve al Barça: 42 partite senza segnare un tiro diretto

Quattro operazioni in poco più di un anno

I primi esami parlavano di quattro e sei settimane di riposo. Dopo i test di venerdì, il club ha riferito di aver avuto un infortunio al tendine prossimale del bicipite femorale della coscia sinistra. “Nei prossimi giorni si deciderà il trattamento da decidere”, ha detto il Barça, senza specificare il periodo di congedo e aprendo la porta per tornare in sala operatoria. Ha subito quattro operazioni al ginocchio sinistro da quando ha rotto con il Betis il 7 novembre 2020.

Articolo precedenteI 10 cross di un Barça senza 10
Articolo successivoScandalo mostruoso tra Ilie Nastase e Ciprian Marica. L’ex tennista lo accusa di seguire la moglie