Home Sport Il Barça difende il titolo in una Coppa che recupera pubblico e...

Il Barça difende il titolo in una Coppa che recupera pubblico e passione

82
0

Granata sarà l’epicentro del basket europeo da questo giovedì. Non c’è torneo che sia più attraente e che susciti più passione del Coppa del Re riunirà fino a domenica nella città andalusa le otto migliori squadre dell’ACB. Dopo due anni, il pubblico tornerà sugli spalti del Palacio de Deportes, aperti al 75% dei suoi 9.000 posti.

Il Barça sta difendendo il titolo vinto un anno fa al Wizink Center, ma è il Madrid colui che supera le scommesse come favorito davanti a Barça, Valencia e Baxi Manresa. È il momento delle stelle. Il Barça Nicola Mirotico (28%) appare come il favorito per vincere il titolo di MVP davanti al Real Madrid Edy Tavares (22%), però Sergio Lullo, Gerschon Yabusele e Jasiel Rivero hanno anche ricevuto diversi voti. Questi sono i cross che si sperimenteranno nei quarti di finale.

Giovani – Tenerife (giovedì, 18:30)

Per il Penia è la terza apparizione in quattro anni nella fase finale di Coppa e, a Granada, lo fa da capo serie, frutto di un ottimo lavoro del gruppo di Carles Duran, al suo ritorno nell’élite. Ma il Joventut è un classico del torneo di coppa e il terzo club con più vittorie (8) dietro ai big: Madrid (28) e Barça (26). L’esperienza di Tomic, Ribas, Vives e Ventura hanno rafforzato un gruppo in cui si distinguono Brodziansky, Willis e l’emergente Gioele Parra, ma in cui guarito Ferran Bassas gioca un ruolo fondamentale e conta sette canterano, il suo miglior segno identitario.

Nei giorni scorsi il Gioventù Ha perso un po’ di freschezza e si imbatterà in un Tenerife verso l’alto, che dipende in gran parte dalla connessione del binomio Marcelinho Huertas-Shermadini. È, a priori, il pareggio più equilibrato. Tenerife (5ª) contro Joventut (6º). A La Laguna ha vinto il Penya (72-79) e questa domenica, all’Olimpico, la squadra di Vidorreta, che ha tanti avanzi, sia fuori (Salin, Fitipaldo, il recuperato Todorovic, Wiltjer) che dentro (Guerra, Sulejmanovic, Doornekamp) per sorprendere chiunque.

Read:   "Mafia", "gambe rotte" e "cocaina nel bagagliaio": così si è difeso Rubiales in caso di Supercoppa

Real Madrid-Breogán (giovedì, 21:30)

Per molti, ad eslMadrid arriva immerso in una crisi di gioco e di identità a questa Coppa, con 5 sconfitte tra Lega ed Eurolega nelle ultime 18 giornate. Ma questo è un torneo che cambia le dinamiche. I dirigenti dell’ACB privilegiano la squadra bianca (44%) davanti alla Barca (33.3), Valenzano (16.6) y Manresa (5.5). Questo è un sintomo del ruolo che giocherà a Granada. Gli infortuni sono la sua possibile croce. Alocene, con la crociata spezzata, sarà persa per tutta la stagione. Rudi Fernandez, Taylor e Deck sono dubbi. Ma uno sguardo alla panchina bianconera fa paura: Heurtel, Williams-Goss Causeur, Poirier, Thompkins, Randolph…. Talento da dare e da prendere. L’ultima volta che la Coppa è stata giocata a Granada, Laso ha vinto il titolo con il Baskonia ed è stato l’MVP. Il Breogán dei fratelli QuintellaSergi ed Erik, due giocatori nati a Lugo, stemmi della squadra, arrivano svincolati dopo aver battuto il Valencia questo fine settimana nelle mani dei migliori Dzanan Musa. L’ex giocatore bosniaco della NBA, che ha giocato due stagioni in reti di Brooklyn, ha firmato 31 punti, 7 assist, 5 rimbalzi e 47 assist. Il recente arrivo di Vljko Mrsic in panchina (solo tre partite), invece di Paco Olmos, ha pronunciato un discorso ambizioso. A Lugo, il Madrid ha vinto 71-79.

FC Barcelona-Baxi Manresa (venerdì, 21:30)

Due treni lanciati sullo stesso binario. Lui Barca Difende il titolo vinto un anno fa, è secondo in Endesa League e domina l’Eurolega. Lui Manresaterzo, con un gioco corale che suscita ammirazione. Pedro Martinez ha costruito un muro travolgente, che domina in molte sezioni statistiche della CBA (il migliore nei rimbalzi, il secondo nei gol, il secondo negli assist, muri e due tiri, il primo nei recuperi…) Il potente attaccante nigeriano Chima Moneke (14 punti, 8 rimbalzi in media) concentra gran parte dell’attenzione, ma è un blocco ambizioso e senza soluzione di continuità con tre nazionali del lusso: Yankuba Sima, Rafa Martínez e Dani Pérez e c’è molta energia nel gruppo: Sako, Sylvain Francisco, Valtonen, Vaulet, Maye, Thomasson... Manresa ha vinto entrambe le partite con il Barça in questa stagione: in finale di campionato catalano (81-70) e recentemente in campionato al Palau (95-96) e il Barça sono ammoniti.

Read:   Benzina per Ferran Torres

La crescente importanza di Dante Exum rinforza il Barça, che ha il jolly di Mirotico, con un calo significativo dell’ultimo minuto (Higgins, operato da fascia, sarà fermo per tre mesi) e con il possibile ritorno di Alex Abrines, operato a settembre al ginocchio sinistro. Una delle grandi tappe della storia del Bàsquet Manresa è stata scritta con il titolo in Coppa del 1996, battendo in finale il Barça, con una tripla del mitico Giovanna Creus che suscita ancora in Congost sensazioni incomparabili.

Notizie correlate

Valencia-UCAM Murcia (venerdì, 18:30)

Zero pressione per lui UCAM Murcia, la squadra di Sito Alonso, l’allievo avanzato di Aíto, che ha plasmato un muro duro, duro in fase difensiva, con giocatori esperti (Lima, Radovic, Rojas) e giocatori (Isaia Taylor, James Webb, Jordan Davis) che possono rendere amara la giornata di chiunque anche se il loro stato attuale è praticamente sconosciuto, perché il covid ha devastato la rosa, che nell’ultimo mese e mezzo ha giocato solo tre partite. Lui Valenzano è stato buttato in Coppa (non perde da dicembre) ma domenica scorsa ha subito una dolorosa sconfitta sul campo della Breogan che ha sollevato alcuni dubbi nel blocco di Joan Peñarroya, il tecnico catalano che ha acceso l’illusione a La Fonteta. Un potere interiore con Dubljevic, Tobey, Jasiel Rivero e Labeyrie, la squadra valenciana ha anche molti talenti stranieri (Van Rossom, Dimitrijevic, Prepelic, Claver) per diventare un contendente al titolo e con nuovi talenti come l’exverdinegro Lopez-Arostegui, Jaime Pradilla o il nuovo arrivato alla selezione Josep Puerto, che garantiscono un futuro entusiasmante.

Articolo precedente20 anni fa Mühlegg divenne “Juanito, l’imbroglione”
Articolo successivoChe aspetto ha l’attore Valentin Rupiţă dopo aver perso 25 chilogrammi