Home Sport Il Barça è ancora intrappolato dal silenzio di Dembélé

Il Barça è ancora intrappolato dal silenzio di Dembélé

74
0

Tre non bastano. Il mercato invernale è finito e Xavi vuole di più, consapevole che il Barça è sbilanciato, ha bisogno, ad esempio, di un attaccante il cui rapporto con il gol sia proficuo e immediato e di un terzino sinistro che gli dia minuti di riposo. Giordi Albaoltre ad iniettare concorrenza.

Ha tre rinforzi invernali (Alves, Ferran Torres e Adama Traoré, che è già diventato ufficiale), ma l’allenatore vorrebbe avere quel marcatore per alleviare la siccità offensiva che scuote il suo Barcellona: appena 19 gol realizzati in 14 partite ufficiali (1 , 3 per incontro).

Il conto alla rovescia sta finendo e il Barça, come il 1 gennaio, quando ha aperto questo mercato, sta ancora aspettando. Ousmane Dembélé, il fattore sbilanciante e distorsivo. Sbilanciato perché nel progetto iniziale, intessuto da Mateu Alemanniil direttore del calcio, e d’accordo con l’allenatore, la continuità del francese è stata un fattore chiave.

I dribbling di Ousmane

Ma Ousmane non ha smesso di contrattare più e più volte al tavolo delle trattative fino a quando il club, stufo e sconvolto dal doppio linguaggio (il giocatore ha detto a Xavi che voleva continuare e i suoi agenti, invece, non hanno smesso di aumentare il loro richieste ad Alemany di renderli insopportabili) è stato piantato.

Lo ha lasciato in casa ad Athletic e Alavés, credendo che l’attaccante avrebbe ceduto all’intransigenza del club. Finora nessuno è stato in grado di inviare la soluzione perfetta, il che non è strano. E lunedì 31, con il limite di tempo delle 23.59, è proprio dietro l’angolo.

Dembélé è stato sbilanciato e distorsivo perché ha costretto il Barça a trovare prima formule tanto fantasiose quanto strane (il rinnovo di Umtiti fino al 2026 si inserisce in quel modo) per fare un gap salariale che permetterebbe l’iscrizione di Ferran Torres. Ma se il francese non partirà nelle prossime ore, Xavi rimarrà senza l’attaccante che ha chiesto, voluto e, soprattutto, necessario.

La Juventus, ad esempio, ha avuto la forza finanziaria per affrontare Dusan Vlahovicl’attaccante serbo (22 anni), per il quale ha pagato 81,6 milioni alla Fiorentina in una costosa operazione in cui compreso lo stipendio (sette milioni netti all’anno) insieme alle provvigioni dei suoi agenti (otto milioni) sale a 154 milioni .

Il Barça ha stanziato i soldi che doveva Ferran Torres (55 milioni più 11 di variabili pagate al Comune), oltre a perdere per strada Vlahovic, un nove che era sulla lista se il club non può combattere Haaland quest’estate. Y Moratche Xavi voleva vedere al Camp Nou, è ancora a Torino perché l’Atlético, che lo ha ceduto in prestito alla Juve, non è generoso come lo era il Barça con Suarez primo e Griezmann dopo. Aubameyangl’attaccante dell’Arsenal del Gabon (32 anni), di fronte al suo allenatore Mikel Arteta, che lo ha persino rimosso dalla carica di capitano, è l’ultima opzione che il club riesce a accontentare Xavi.

Read:   Araujo lascia l'ospedale, ma nella foto c'è il Barça

Taglierina a pressione

Notizie correlate

Ma nulla può essere fatto finché Dembélé non dice cosa vuole fare per il suo futuro. Se lo fa prima della mezzanotte dal lunedì al martedì, il Barça, come è già successo nel mercato estivo dove al tempo limite ha ceduto Griezmann all’Atlético e ha iniziato anche il trasferimento di Luuk de Jong al Siviglia, potrebbe ripetere la stessa formula in inverno. Oppure è quello che l’allenatore aspetta, quasi disperatamente, perché non ha ancora il terzino sinistro che chiedeva, anche se Tagliafico, il difensore argentino dell’Ajax, lo sta costringendo a lasciare Amsterdam.

Lo stesso che vorresti tu Aubameyang (14 partite di campionato con l’Arsenal, quattro gol in questa Premier League), deve lasciare Londra il prima possibile perché non ci gioca da dicembre e ha perso anche la Coppa d’Africa con il Gabon, prima perché aveva il coronavirus e poi perché ha sofferto di problemi cardiaci. Ma tutti (Xavi, Alemany, Laporta, Tagliafico, Aubameyang…) dipendono da lui. Dipendono da Ousmane.

Articolo precedenteL’infanzia traumatica del famoso designer Marc Jacobs. L’artista ha ereditato la malattia mentale di sua madre
Articolo successivoNipote del re Felipe di Spagna, una vera fashionista. Che aspetto ha Victoria a 22 anni?