Home Economia Il passaggio alle auto elettriche mette in pericolo decine di migliaia di...

Il passaggio alle auto elettriche mette in pericolo decine di migliaia di posti di lavoro in Italia. La produzione di veicoli è diminuita negli ultimi anni

79
0

Secondo gli analisti, l’industria automobilistica italiana potrebbe essere colpita più duramente che in altri paesi a causa delle dimensioni relativamente ridotte delle sue aziende e della quantità di investimenti necessari per raggiungere gli obiettivi inclusi nel piano climatico “Fit-For-55” dell’UE. , compresa l’eliminazione delle auto con motori a combustione interna entro il 2035.

“Se questo piano non sarà accompagnato da un intervento del governo, potrebbe portare alla perdita di circa 73.000 posti di lavoro in Italia, di cui 63.000 nel periodo 2025-2030”, affermano in un comunicato congiunto la Federmeccanica e i sindacati FIM. FIOM e UILM, riferisce Agerpres.

I firmatari sottolineano che la produzione di automobili in Italia è scesa da oltre 1,8 milioni di unità nel 1997 a 700.000 unità l’anno scorso.

Read:   Invasione dell'Ucraina: effetti devastanti per i russi comuni

“Dobbiamo tornare a produrre circa 1,5 milioni di unità all’anno”, ha affermato la leader sindacale FIOM Francesca Re David.

Secondo i dati ufficiali, l’industria automobilistica italiana conta direttamente e indirettamente 278.000 dipendenti ed è responsabile di circa il 6% del Prodotto Interno Lordo.

All’inizio di questa settimana, il ministro dell’Industria italiano Giancarlo Giorgetti ha annunciato che nelle prossime settimane presenterà una serie di proposte di incentivi a sostegno dell’industria automobilistica italiana.

I sindacati chiedono anche al governo di Roma di raggiungere un accordo definitivo con il gruppo Stellantis, la più grande casa automobilistica italiana, per costruire un impianto di batterie per fornire la produzione di veicoli elettrificati in Italia.

Read:   La compagnia russa Aeroflot ha acquistato otto Airbus A330 da società di leasing estere dopo averne "sequestrato" 400

L’amministratore delegato di Stellantis Carlos Tavares ha dichiarato l’anno scorso che il gruppo italo-francese avrebbe costruito uno dei suoi impianti di batterie europei a Termoli, nell’Italia centrale, ma finora non era stato firmato alcun accordo definitivo con Roma.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteNei Paesi Bassi è stata identificata una nuova variante più virulenta dell’HIV. La scoperta potrebbe aiutare a capire meglio come il virus attacca le cellule
Articolo successivoJeff Bezoz è diventato più ricco di $ 20 miliardi il giorno in cui Meta ha subito la più grande perdita di una società statunitense sul mercato azionario