Home Economia Il prezzo del mais continua a salire in Europa a causa della...

Il prezzo del mais continua a salire in Europa a causa della guerra in Ucraina

86
0

Secondo la fonte citata, intorno alle 12:30 GMT, sulla piattaforma Euronext, la tonnellata di mais con consegna a marzo apprezzata di 31,75 euro, fino a 321 euro, e quella con consegna a giugno, apprezzata di 15,75 euro, in aumento a 284 euro.

Anche le quotazioni del grano si sono apprezzate, ma in misura minore, guadagnando 21,25 euro, fino a 311,25 euro per tonnellata di grano con consegna a marzo, informa Agerpres.

Secondo gli esperti, su una mappa che mostra la navigazione delle navi mercantili, pubblicata dalla società Inter-Courtage, lunedì mattina si potrebbe vedere che il Mar d’Azov è ancora interdetto alla navigazione e i porti ucraini sono di fatto bloccati. “

Gli operatori stanno monitorando l’evoluzione del carico di merci nei porti russi sul Mar Nero, nonché in Romania e Bulgaria.

Tuttavia, i mercati sono ancora in uno stato di incertezza per quanto riguarda il commercio di grano russo, le possibili difficoltà logistiche e soprattutto le “conseguenze delle sanzioni europee che potrebbero bloccare le transazioni”, ha affermato Sébastien Poncelet, analista di Agritel. (Argus Media France ).

Read:   Le vendite di super yacht hanno raggiunto un record nel 2021. Jeff Bezos e Steven Spielberg sono tra coloro che aspettano navi del genere

Se nel caso del grano sembra possibile, almeno nel breve termine, che il calo delle consegne da Ucraina e Russia venga compensato da altri stati, in particolare dalla Francia, il problema del mais è di disponibilità.

Secondo l’intermediario Damien Vercambre (di Inter-Courtage), “siamo entrati in un lungo processo, dato che l’Ucraina è stata fuori dai giochi per un periodo indefinito”.

Secondo lui, “in questa stagione restano da esportare 10-12 milioni di tonnellate di mais dall’Ucraina, gran parte del quale è stato destinato all’Europa. Tradizionalmente, metà del mais più grande d’Europa proviene dall’Ucraina”.

“Dopo la Cina, i principali acquirenti di mais ucraino sono i Paesi Bassi e la Spagna, che potrebbero essere riorientati verso il mais francese”, ha affermato Sébastien Poncelet, che ha affermato che le riserve francesi non erano grandi.

Read:   L'Ucraina impone restrizioni al trasporto di grano su rotaia verso la Repubblica di Moldova e la Romania

Secondo gli analisti, il mercato dei cereali continuerà ad essere caratterizzato dalla volatilità a seconda di come si evolverà sul campo la crisi russo-ucraina.

“Dovremo prendere le quotazioni visualizzate in questo contesto con grande cautela, il prezzo si evolverà di diverse percentuali in pochi minuti”, sottolineano gli analisti di Agritel.

Il grano e il mais sono aumentati notevolmente giovedì scorso dopo che l’attacco della Russia all’Ucraina ha messo in discussione le consegne di un importante fornitore globale di grano, riferisce Bloomberg.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteBorsa di Mosca chiusa “almeno fino a martedì mattina”
Articolo successivoLundberg, Grigonis e Voigtmann si uniscono a Shengelia e lasciano il CSKA