Home Moda e bellezza Il principe Harry e sua moglie Meghan hanno espresso preoccupazione per Spotify...

Il principe Harry e sua moglie Meghan hanno espresso preoccupazione per Spotify per la disinformazione su Covid-19 sulla sua piattaforma.

71
0

I compositori Neil Young e Joni Mitchell hanno annunciato che ritireranno la loro musica da Spotify per protestare contro il popolare servizio di streaming per aver consentito la disinformazione sui vaccini Covid-19.

Harry e Meghan hanno firmato una serie di accordi aziendali, tra cui la produzione e l’hosting di podcast per Spotify, come parte dei loro sforzi per guadagnarsi da vivere dopo la separazione dalla famiglia reale britannica, annunciata nel 2020.

“Centinaia di milioni di persone sono colpite ogni giorno dai gravi danni della disinformazione e della disinformazione. Nell’aprile dello scorso anno, i nostri co-fondatori hanno iniziato a esprimere preoccupazione ai nostri partner di Spotify per le reali conseguenze della disinformazione sul Covid-19 sulla sua piattaforma”, ha affermato il portavoce.

Read:   Il principe Edoardo, offeso dalla regina. Quello che Elizabeth potrebbe averle fatto è inaccettabile

“Continuiamo a esprimere le nostre preoccupazioni a Spotify per garantire che vengano apportate modifiche alla sua piattaforma per aiutare ad affrontare questa crisi di salute pubblica. Stiamo aspettando che Spotify faccia questo e ci impegniamo a continuare il nostro lavoro insieme”.

Contattato da Reuters domenica, Spotify non ha avuto commenti immediati. La società svedese in precedenza aveva affermato che stava lavorando per bilanciare “sia la sicurezza del pubblico che la libertà dei creatori” e ha rimosso più di 20.000 episodi di podcast relativi al Covid-19, in linea con “le sue politiche dettagliate sui contenuti”.

Young si è opposto al fatto che la sua musica venisse riprodotta sulla stessa piattaforma del podcast di successo di Joe Rogan, The Joe Rogan Experience.

Read:   Quale sarebbe la causa della malattia di Bruce Willis? L'evento di 20 anni fa che l'avrebbe innescato

Rogan ha suscitato polemiche sulle sue opinioni sulla pandemia, sulle restrizioni del governo e sui vaccini utilizzati per controllare la diffusione del coronavirus.

All’inizio di questo mese, 270 scienziati e professionisti medici hanno firmato una lettera in cui esortava Spotify ad agire contro Rogan, accusandolo di diffondere falsi sul podcast.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteÈ così che Nadal ha vinto la finale degli Australian Open
Articolo successivoIl dramma dell’artista Mihaela Cernea. Problemi coniugali che l’hanno portata a ottenere un’ordinanza restrittiva nei confronti del marito