Home Sport Il Regno Unito congela i beni di Abramovich e di altri importanti...

Il Regno Unito congela i beni di Abramovich e di altri importanti oligarchi russi

73
0

Il più famoso degli oligarchi russi, Roman Abramovichè stato uno dei sette miliardari di quella nazionalità sanzionati dal Governo di Boris Johnson per il suo legame con Vladimir Putin, in risposta al Invasione russa dell’Ucraina. Possiede ancora la squadra di calcio Chelsea Ora è vietato entrare nel Regno Unito e tutti i suoi beni sono stati congelati. Inoltre, non sarai in grado di condurre transazioni commerciali o finanziarie con individui o entità britanniche.

La fortuna di Abramovich, secondo fonti ufficiali, è valutata in 11,2 miliardi di euro. “È uno dei pochi oligarchi negli anni ’90 che rimane prominente sotto Putin”, ha detto il ministro degli Esteri britannico Lizz Truss.

Le vendite si sono bloccate

Due giorni dopo l’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, Abramovich, 55 anni, ha rinunciato a tutti i suoi poteri nel club e si è dimesso. La scorsa settimana ha annunciato la vendita del Chelsea, che aveva acquisito nel 2003. Ora, l’operazione di vendita è attualmente in corso, anche se il governo di Londra studierà una deroga speciale in futuro per la vendita del club, assicurandosi che Abramovich non ne tragga vantaggio. “Non riceverai un centesimo da quella vendita“La sospensione potrebbe incidere sul valore del club. I media britannici stimano che ci siano circa 20 individui in Europa e America interessati all’acquisizione, ma si può aspettare il via libera per portare a termine l’operazione In questa nuova scenario, e per il Chelsea non sarà possibile per ora fare nuovi acquisti.

Read:   Baxi Manresa ha battuto Joventut nel derby catalano in Congost

Il club ha chiesto alle autorità di tenere conto dei tifosi in qualsiasi decisione futura. Per quanto riguarda l’attività strettamente calcistica, il club potrà ottenere la licenza per continuare “con le sue attività legate alla competizione sportiva“E’ quindi in corso la partita di Premier League contro il Norwich di giovedì.

Oligarchi per un valore di 18 miliardi

L’elenco dei sanzionati pubblicato dall’esecutivo britannico comprende altri sei oligarchi russi strettamente legati al Cremlino. Oleg Deripaska Il 52enne è il proprietario di EN + Group con interessi nei settori minerario e di altri settori energetici. La sua attività ha sede a Londra, con sede in Georgia House, a due passi dal St. Paul’s Palace. Giacomo. In passato Deripaska è stato legato a posizioni di rilievo nella politica britannica. Il governo degli Stati Uniti lo ha accusato di ricatto e criminalità organizzata.

Read:   Il Barça vince la quarta Champions Futsal

Il resto dei sanzionati lo sono Igor Sechinpresidente della compagnia petrolifera russa Rosnefty ed ex membro del KGB, gli ex servizi segreti russi, di cui faceva parte anche Putin, con cui ha stretti rapporti; Andrey Korstin, presidente della banca VTB; Alessio MillerCEO della società pubblica di energia Gazprom; Nikolaj Tokarev, presidente della compagnia petrolifera pubblica Transneft; y Dimitri Lebedev, presidente del consiglio di amministrazione di Rossiya Bank. I beni e le attività del gruppo di oligarchi sono valutati a pochi 18 miliardi di euro.

Notizie correlate

Nessuna pietà

“Non può esserci rifugio sicuro per coloro che hanno sostenuto lo spietato attacco di Putin all’Ucraina”, ha detto Johnson. “Non avremo pietà di coloro che lo permetteranno uccisione di civili“La distruzione degli ospedali e l’occupazione illegale di alleati sovrani”.

Articolo precedenteMarc Anthony, una nuova conquista esotica. L’artista si è divertito molto con un’ex Miss, sui ritmi greci
Articolo successivoIl principe William e Kate Middleton, coinvolti nell’azione umanitaria per l’Ucraina. Che gesto di solidarietà impressionante hanno fatto