Home Sport Il rinnovo di Mbappé, questione di Stato in Francia

Il rinnovo di Mbappé, questione di Stato in Francia

75
0

Non sorprende che in alcuni paesi gli atleti d’élite ricoprano posizioni militari di rilievo, come nel caso del blocco sovietico, o che siano un’arma di propaganda di stato, come in Cina. Ma è sorprendente che qualcosa del genere possa accadere in epoca repubblicana Franciale cui principali autorità sembrano impegnate a raggiungere tale obiettivo Kylian Mbappé Non si muova da Parigi a Madrid. Come se fosse l’eccezione culturale del cinema, le autorità galliche alzano la bandiera tricolore per cercare di trattenere il calciatore, che è diventato un pilastro fondamentale per il Paese: ‘Libertà, Uguaglianza, Mbappé’.

Fu l’ultima ad alzare la voce il sindaco di Parigi, Anne Hidalgola cui origine spagnola (è nato a San Fernando ed è diventato cittadino francese all’età di 14 anni) non gli ha impedito, dopo la sua esibizione di martedì, di chiederglielo apertamente continuare al PSG. “Soprattutto, al di là del calcio e dei risultati, lui È molto importante e prezioso dare speranza ai nostri giovani”., ha assicurato. “Ecco perché gli chiedo di restare. Voglio solo dirgli che lo amiamo moltissimo, che nel nostro Paese e nella nostra città è un esempio per tanti giovani”, ha aggiunto.

Davanti al sindaco, Emanuele Macron si era già presentato per consigliare di rimanere a Parigi. “Il PSG è un grande club che è riuscito a farlo crescere e penso che sia importante che rimanga. Per il club e per il campionato francese”, ha detto il presidente francese lo scorso giugno, prima dell’Europeo, con tutti i riflettori puntati sul calciatore e sul suo possibile rinnovo.

Un milione a settimana

L’inquilino dell’Eliseo guarda ancora al futuro della star dei ‘bleus’. Non solo si è interessato a come stanno andando le cose, ma è stato “incoraggiato a continuare” al PSG, un messaggio che avrebbe “trasmesso personalmente”. Il suo predecessore all’Eliseo Nicolas Sarkozy era presente martedì sul palco del Parc des Princes e sta anche facendo pressioni affinché il giocatore 23enne non lasci la Francia. L’ex presidente è buon amico di Florentino Pérez (tre anni fa Nasser Al-Khelaïfi era arrabbiato nel vederli abbracciarsi entrambi dopo la vittoria dei bianchi sul PSG sul palco del Bernabeu). Ma è altrettanto forte o più forte il suo rapporto con il Qatarproprietario del club parigino e che, secondo Joseph Blatter, non avrebbe disputato il Mondiale di quest’anno senza il suo intervento.

Read:   Perché odiano così tanto Pep?

Anche così, anche se l’intero apparato statale è mobilitato – al momento in Spagna lo è la massima autorità che ne ha rivendicato l’arrivo Javier Tebas-, è pertinente la domanda posta da ‘L’Équipe’ in copertina venerdì: “È davvero possibile rinnovare Mbappé?”. Nei giorni scorsi, ‘The Independent’ ha affermato che il PSG aveva offerto il giocatore uno stipendio di oltre un milione di euro a settimana, una cifra molto simile a quella del media francese RMC Sport. Alcuni 52 milioni all’annoil doppio di adesso.

Il quotidiano sportivo francese afferma che Mbappé “Ha ancora dei dubbi sul suo futuro” e che il suo club “è ancora fiducioso di rinnovare il contratto del suo fuoriclasse”. Con quali argomenti? Oltre a renderlo il giocatore più pagato del pianeta, “L’Équipe” parla di confermarlo centro del progetto sportivo del club, di più disciplina nello staff e meno permissività con alcuni pesi pesantide lanciare falli e sanzioni… In breve: mettere da parte Messi, Neymar e i loro parenti. E indica anche la possibilità di un breve contrattosolo due anni e con uno clausola rescissoria nell’estate 2023dopo il Mondiale.

Read:   La Spagna sarà in una Coppa del mondo di rugby 24 anni dopo

Notizie correlate

Mbappé è circondato da un tale turbine che la cosa incredibile è che martedì affronterà quella che potrebbe essere la sua futura squadra e terrà un vero e proprio recital che si concluderà con un traguardo celebrato con totale naturalezza. “I playoff non influenzeranno il mio futuro. Gioco in una delle migliori squadre del mondo, darò il 100% in questa stagione e poi vedremo. non ho deciso“Questo ‘enfant de la Patrie’ ha detto dopo lo scontro, senza perdere il sorriso.

Battere a Nantes con il tridente (3-1)

Dopo aver firmato la migliore partita della stagione contro il Real Madrid, il PSG, con Messi, Mbappé e Neymar ancora negli undici titolari, ha perso sabato a Nantes (3-1) una partita arrivata al riposo con 3-0. Neymar ha segnato da Messi poco prima dell’inizio del secondo tempo, ma poi ha sbagliato un rigore su Mbappé. I parigini avevano predominio e diverse occasioni fino alla fine, ma non potevano più battere un grande Lafont. Mbappé si è spaventato nel primo tempo per un colpo alla caviglia che lo ha fatto zoppicare per un attimo, anche se è rientrato in partita e ha potuto completare i 90 minuti. È la seconda sconfitta finora in campionato per la squadra di Mauricio Pochettino, che, con una partita in più, ha 13 punti di vantaggio sull’Olympique de Marseille.

Articolo precedenteUna nota modella ha ucciso il suo ragazzo. Come ha giustificato la sua azione davanti alla polizia
Articolo successivoLaurenţiu Reghecampf, su Anamaria Prodan: “Mi ha rotto il conto in banca. Continua a minacciarmi”. Che momento imbarazzante hanno vissuto a Dubai