Home Economia Il rublo russo è sceso ai minimi storici nei confronti del dollaro...

Il rublo russo è sceso ai minimi storici nei confronti del dollaro e dell’euro

119
0

Le forze russe hanno sparato razzi contro diverse città ucraine e sbarcato truppe sulla costa meridionale, hanno detto funzionari e media dopo che Putin ha autorizzato quella che ha definito un’operazione militare speciale nell’est.

Fino alle 07:20 GMT (09:20 ora rumena), il rublo era dell’8% più debole del dollaro, a 87,55 unità, dopo aver precedentemente raggiunto un minimo storico di 89,60.

Il rublo si è deprezzato del 6,3% nei confronti dell’euro, scambiando a 97,51 unità, toccando in precedenza il livello di 99,99 unità.

Il gruppo MOEX, che gestisce la borsa valori di Mosca, ha sospeso le negoziazioni poco dopo l’apertura dei mercati alle 4:00 GMT (06:00 ora rumena) e ha ripreso le negoziazioni alle 07:00 GMT (09:00 ora rumena).

Le azioni e le obbligazioni russe sono crollate mentre gli investitori hanno fatto il punto sull’ingresso della Russia in Ucraina e sulla prospettiva di future sanzioni occidentali.

“Il rischio di sanzioni più ampie e più severe è molto alto ed è improbabile che il panico e le possibili vendite di conformità siano modeste”, ha affermato BCS Global Markets in una nota.

Read:   La Gran Bretagna vuole disconnettere la Russia dal sistema globale di pagamento interbancario SWIFT. Quello che annunciano le autorità francesi e tedesche

L’indice azionario RTS, denominato in dollari, è sceso del 26% a 906,96 punti, il livello più basso da inizio 2020.

L’indice MOEX basato sul rublo russo è sceso del 22% a 2.419,0 punti.

I rendimenti delle obbligazioni benchmark OFZ russe a 10 anni in rubli, che stanno salendo in direzione opposta ai prezzi, sono saliti al 10,93%, il livello più alto dall’inizio del 2016.

I paesi occidentali e il Giappone hanno imposto sanzioni alle banche e agli individui russi in risposta al riconoscimento da parte di Mosca di due regioni separatiste nell’Ucraina orientale, ma hanno promesso misure più severe se la Russia avesse invaso.

La più grande banca russa, Sberbank, ha affermato di essere pronta a qualsiasi sviluppo e di lavorare su scenari per garantire che i fondi, i beni e gli interessi dei propri clienti fossero protetti.

Read:   Un gruppo di imprenditori russi sta lavorando a un'applicazione che sostituirà Instagram. Che nome avrà e quando uscirà

Nel frattempo, la banca centrale ha dichiarato che avvierà operazioni di cambio e fornirà più liquidità al settore bancario.

Un funzionario del governo degli Stati Uniti ha detto ai giornalisti martedì che Sberbank e la seconda banca russa, VTB, avrebbero dovuto affrontare sanzioni statunitensi se Mosca avesse continuato a invadere l’Ucraina, avvertendo che nessun istituto finanziario russo era al sicuro.

Entrambe le banche hanno precedentemente rifiutato di commentare potenziali minacce di sanzioni. Il petrolio greggio Brent, un punto di riferimento globale per il principale asset di esportazione della Russia, è aumentato del 6,7% a 103,32 dollari al barile, il livello più alto in sette anni.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteIl principe Harry intraprende un’azione legale contro uno dei più grandi gruppi di media britannici
Articolo successivoEnorme aumento dei prezzi del gas in Europa dopo che la Russia ha attaccato l’Ucraina