Home Technologia Il team KTRL sta lottando per vincere il torneo VALORANT VRL East

Il team KTRL sta lottando per vincere il torneo VALORANT VRL East

89
0

Al torneo possono partecipare squadre provenienti da 20 paesi della regione.

La squadra rumena KTRL è una delle cinque invitate a prendere parte alla competizione ed è composta da: Adnan Hamada (Romania), Cristian Paraschiv (Romania), Mihai-Călin Lăcătuş (Romania), Fabien Moura (Francia) e Berkay Eroğlu (Turchia). ).

Il formato del torneo VRL East: Surge prevede un turno di qualificazione che designerà 3 squadre che entreranno nella stagione regolare, più altre 5 squadre direttamente invitate a partecipare alla competizione.

Il formato del torneo è spiegato anche nel seguente video.

La trasmissione rumena del torneo sarà effettuata da Digital Crusade.

KTRL non è l’unica squadra in Romania che prende parte alla competizione, nelle qualificazioni che si svolgono questa settimana, gareggiano altre 2 squadre locali.

Read:   Facebook ha bloccato gli account di diversi utenti che non hanno abilitato l'autenticazione in 2 passaggi

Il torneo VRL East: Surge è all’insegna del motto della Lega, “Diversi ma uniti” ed è aperto a 20 paesi: Grecia, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Estonia, Lettonia, Lituania, Albania, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Kosovo , Montenegro, Macedonia del Nord, Serbia, Croazia, Ungheria, Slovenia, Cipro, Romania, Israele.

I vincitori della finale VRL East: Surge raggiungeranno automaticamente le qualificazioni globali del VALORANT Champions Tour, mentre i vincitori della piccola finale accederanno alla finale della VALORANT REGIONAL LEAGUE EMEA.

VRL è un nuovo progetto di Riot Games, l’editore di VALORANT. VRL sarà implementato nell’ecosistema dei tornei VALORANT per la regione EMEA nel 2022, ispirandosi agli ERL (European Regional Leagues).

Read:   Social media al lavoro, cosa dovrebbero e non dovrebbero fare i dipendenti per non compromettere la sicurezza informatica

In totale verranno organizzati otto campionati regionali (VRL), che saranno gestiti da partner nella regione. Queste regioni sono: Spagna, Francia, Regno Unito, Irlanda e paesi nordici, Europa orientale, CSI (Commonwealth of Independent States), MENA (Medio Oriente e Nord Africa), Turchia e DACH (Germania, Austria, Svizzera e Liechtenstein ).

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteIntervista a Răzvan Fodor: “Se succedesse, inizierei a macinare e cuocere”
Articolo successivoLe bellezze dell’Australian Open. Sono i nuovi giocatori che vogliono detronizzare re Djokovic