Home Technologia Il Texas ha citato in giudizio Facebook per la tecnologia di riconoscimento...

Il Texas ha citato in giudizio Facebook per la tecnologia di riconoscimento facciale

116
0

La causa sostiene che Facebook ha ottenuto informazioni biometriche da foto e video caricati dagli utenti senza consenso, ha divulgato le informazioni ad altri e non le ha distrutte entro un tempo ragionevole.

“Questo è un altro esempio delle pratiche commerciali ingannevoli di Big Tech e deve finire. Continuerò a lottare per la privacy e la sicurezza dei texani”, ha dichiarato il procuratore generale Ken Paxton in una nota.

Il Wall Street Journal ha scritto per la prima volta della causa, citando qualcuno che ha familiarità con la questione e dicendo che lo stato sta chiedendo centinaia di miliardi di dollari in sanzioni civili.

Read:   Ricercatore ESET: cosa succede quando il dark web si sposta sui social media

Alla domanda sulla causa, un portavoce di Meta, la società proprietaria di Facebook, ha dichiarato: “Queste affermazioni sono infondate e ci difenderemo con forza”.

La società ha dichiarato in un post sul blog di novembre che sta chiudendo un sistema di riconoscimento facciale e cancellando le informazioni di oltre un miliardo di persone. Ha citato le preoccupazioni sull’uso della tecnologia e l’incertezza sulle regole relative al suo utilizzo.

Meta ha anche accettato di pagare 650 milioni di dollari entro il 2020 per risolvere una causa nello stato dell’Illinois per preoccupazioni simili.

La nuova causa, che è stata depositata in un tribunale statale a Marshall, in Texas, afferma che 20,5 milioni di texani hanno un account Facebook.

Read:   L'app Social Truth dell'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump verrà lanciata sul browser web a fine maggio

“L’entità della deviazione di Facebook è sbalorditiva. Facebook ha raccolto ripetutamente gli identificatori biometrici dei texani, senza consenso, non centinaia, migliaia o milioni di volte, ma miliardi di volte”, si legge nella denuncia.

Consigliamo inoltre:

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteCome evitare gli effetti indesiderati dell’astenia primaverile pandemica. “La natura ci dà tutto”
Articolo successivoLe vendite globali di champagne hanno raggiunto un record lo scorso anno, supportate dall’allentamento delle restrizioni sulla pandemia di Covid-19