Home Economia La data in cui la Grecia vuole aprire la stagione turistica estiva

La data in cui la Grecia vuole aprire la stagione turistica estiva

86
0

“Il nostro Paese sta adottando tutte le misure preparatorie necessarie quest’anno per poter ricevere i visitatori nella stagione estiva prima di prima, il 1 marzo”, ha detto venerdì il ministro del Turismo greco Vassilis Kikilias ad Agerpres.

I titolari di un certificato di vaccinazione europeo valido potranno entrare in Grecia senza un test Covid-19 obbligatorio, ha affermato in precedenza il ministro della Salute greco Athanasios Plevris. Il provvedimento entrerà in vigore il 7 febbraio.

Lunedì 31 gennaio è entrata in vigore una serie di misure antiepidemiche: i ristoranti devono ancora chiudere a mezzanotte e la musica è consentita nei bar e nelle discoteche.

Il ministro Thanos Plevris ha giustificato la decisione di allentare tali restrizioni riducendo il numero giornaliero di infezioni e il “equilibrio” tra ricoveri e dimissioni ospedaliere.

Read:   Dragon Oil scopre 100 milioni di barili di petrolio nel Golfo di Suez. È il più grande deposito trovato nella località specificata negli ultimi 20 anni

Sempre il 7 febbraio entrerà in vigore in Grecia il provvedimento con cui il certificato di vaccinazione scade sette mesi dopo la seconda dose di vaccino, a meno che non venga somministrata la terza dose (“richiamo”).

Tra gennaio e novembre 2021, la Grecia ha ricevuto 7,2 milioni di turisti. Entro il 2022, l’obiettivo delle autorità di Atene è che il settore del turismo si avvicini a un livello record nel 2019, quando le entrate turistiche della Grecia hanno superato i 18 miliardi di euro.

Il turismo rappresenta circa il 20% del PIL della Grecia.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteQuello che ha fatto Audrey Hepburn negli ultimi giorni della sua vita. Gli amori che l’hanno segnata
Articolo successivoL’attore Channing Tatum è “traumatizzato” dal non poter interpretare Gambit, un supereroe nelle produzioni Marvel: “Non posso guardare nessun film”