Home Economia La Grecia si sbarazza del suo debito con il FMI due anni...

La Grecia si sbarazza del suo debito con il FMI due anni prima di quanto promesso. Il debito pubblico supera il 189% del PIL

92
0

L’annuncio della Grecia arriva dopo che l’agenzia di rating Fitch ha alzato l’outlook della Grecia da “stabile” a “positivo” alla fine della scorsa settimana, segnalando che potrebbe aumentare il suo rating, mantenuto a BB, riporta Reuters

La Grecia ha ricevuto più di 260 miliardi di euro dall’Unione Europea (UE) e dal FMI per evitare il fallimento dal 2010, dopo aver perso più di un quarto del PIL, e l’ultima tranche di prestiti del FMI deve essere rimborsata entro la fine di marzo, Christos Staikouras ha detto a Reuters lunedì.

Nel 2018 la Grecia si è ritirata dal suo terzo piano di riforma in cambio di questi fondi e da allora è riuscita a coprire completamente il proprio fabbisogno di finanziamento nei mercati obbligazionari.

Da allora Atene ha effettuato diversi rimborsi anticipati al FMI e deve solo 1,9 miliardi di euro entro il 2024, l’ultima parte di un totale di 28 miliardi di euro, che ha ricevuto nel 2010-2014.

“La Grecia ha formalmente chiesto il rimborso completo del saldo del prestito del FMI. La procedura è stata avviata e si concluderà a fine marzo”, ha detto a Reuters Christos Staikouras.

La Grecia rimane il paese più indebitato dell’area euro rispetto al PIL e il debito pubblico è stimato al 189,6% del PIL nel 2022,

Il rimborso al FMI ridurrà di una percentuale questo livello e consentirà alla Grecia di risparmiare 50 milioni di euro di interessi.

Nonostante l’aumento della spesa nella lotta contro le conseguenze della pandemia di Covid-19, Christos Staikouras stima che la Grecia avrà un avanzo di bilancio dal 2023, come promesso ai suoi creditori, a causa della crescita economica più forte e delle maggiori entrate fiscali.

Read:   Analisi AEI: riconfigurazione della mappa delle risorse mondiali. L'Europa, tra indipendenza dalla Russia e dipendenza dalla Cina

Questo sarà un passo importante per ottenere una nuova classificazione del proprio debito sovrano nella categoria degli investimenti.

Nel 2021, la crescita economica greca è stata rivista al rialzo dalla Commissione Europea (CE) dal 5,9% al 6,1%. Questa buona performance è il risultato di una stagione turistica di successo in estate.

La Grecia conta su una crescita economica del 4,5% del PIL nel 2022.

Il recente spostamento del discorso della BCE sull’inflazione – che rafforza lo scenario di un’accelerazione della stretta della politica monetaria nell’area dell’euro – ha contribuito a far salire i tassi sui prestiti pubblici greci al livello più alto da aprile 2020, con un massimo decennale del 2,5% dallo 0,9% di settembre 2021.

“La Grecia persegue una politica fiscale prudente e riprovevole e una sana strategia del debito, al fine di limitare le conseguenze del fatto che, nonostante il successivo aumento della cambiale negli ultimi due anni, non ha ancora raggiunto lo stato di investimento ,” Egli ha detto.

“Per quanto riguarda il 2023 e oltre, ci concentreremo sul raggiungimento di avanzi primari realistici”, ha affermato.

L’agenzia di rating Fitch ha alzato l’outlook della Grecia da “stabile” a “positivo”, segnalando che potrebbe aumentare il suo rating, mantenuto a BB.

Read:   La BCE esorta le banche della zona euro a migliorare la protezione informatica in mezzo alle tensioni russo-ucraine

“La combinazione di una crescita economica più forte con una riduzione del disavanzo pubblico guidata da un sostanziale calo del sostegno alla pandemia (covid-19) consentirà una riduzione del rapporto debito pubblico/PIL”, ha affermato l’agenzia in una nota.

La Grecia ha ancora uno dei livelli più alti di debito pubblico rispetto al PIL, ma è anche destinata a diminuire.

Fitch prevede che scenda al 190,3% quest’anno e poi al 185,3% entro la fine del 2023.

Questo livello era del 206,3% nel 2020.

Fitch ha anche accolto con favore la previsione di crescita positiva del PIL nel 2021, secondo l’agenzia, all’8,3%, ben al di sopra della previsione del 4,3% di luglio.

“Ci aspettiamo che la ripresa economica continui nel 2022”, ha affermato Fitch.

“Le banche greche hanno compiuto progressi sostanziali nel migliorare la qualità degli asset, riducendo drasticamente il livello di sottoperformance dei prestiti nel settore bancario e rafforzando la loro capacità di fornire credito all’economia reale”, ha affermato l’agenzia.

Ad aprile, un’altra agenzia di rating, S&P, ha innalzato il rating della Grecia a “BB”, accogliendo favorevolmente una migliore governance e misure di alleggerimento del debito, e le ha dato una prospettiva positiva.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteQuim Salarich cercherà un onore nello slalom a Pechino 2022
Articolo successivoCome Charlie Chaplin ha trattato le sue mogli in privato