Home Sport La passione inesauribile di Nuria Martínez

La passione inesauribile di Nuria Martínez

53
0

La vita è diventata una non-stop negli ultimi tempi Nuria Martinez (Mataró, 1984), uno dei giocatori più riconosciuti del basket spagnolo, protagonista per 20 anni di una carriera da sogno (Profumerie Salamanca, Ros Casares Valencia, Uni Girona) Italia, Russia, Turchia o NBA femminile (due stagioni in Minnesota Lynx).

Dopo una pausa di due anni per essere la madre della bambina Gala e unendo questa nuova vita al suo lavoro in una compagnia di assicurazioni (Catalana de Occidente), è tornato alla sua grande passione per questo sport. La stagione è iniziata nei ranghi del Sant’Adria, che gareggia nella Liga femenina 2 (la terza categoria del basket spagnolo), “quasi come un hobby uccidere il verme, catturare sensazioni e recuperare il fisico”, racconta a questo giornale al telefono mentre guida dal lavoro all’allenamento nel Juan Carlos Padiglione Navarro a Sant Feliu.

Ma il suo spirito competitivo non ha resistito lo scorso gennaio quando è stata chiamata Barça CBS, dove Lucía Navarro, la figlia de “La Bomba”, inizia ad emergere, per aiutarli nel percorso della promozione a Primera. La squadra del Barça è il leader di Sfida della Legacon quattro vittorie sulla seconda, e solo due della promozione diretta, dopo la vittoria di domenica scorsa contro i Alcobenda in un Palau con 4.000 spettatori in tribuna, partita che non ha potuto disputare perché si trattava di un rinvio del calendario e non era ancora iscritta. “Allora è semplicemente venuto alla nostra attenzione. Ma quando mi hanno spiegato i gol che avevano, che erano di livello, non potevo dire di no. È stato anche un ritorno alle mie origini, al Barça dove ho iniziato da professionista e ha ancora valore”, spiega.

Read:   Il Madrid non concede a Tenerife un'opzione in semifinale

La dipendenza da competere

Nuria Martinezche ha gareggiato con la squadra spagnola nel Giochi di Atene 2004 e Pechino 2008 e ha vinto medaglie ai Campionati Europei e Mondiali, riconosce di essersi lasciato trasportare dal suo spirito competitivo. “L’atmosfera che si crea in uno sport d’élite crea dipendenza. Sono molto competitivo e molto esigente. La tensione, la passione, i nervi nello stomaco… Tutto questo ti motiva. È una cosa che avrò sempre”, ammette, anche se riconosce che questo non significa che in caso di promozione, abbia intenzione di continuare. “Allora è semplicemente venuto alla nostra attenzione. Non so nemmeno se sarà possibile a livello familiare. Ora lavoro, sono madre, gioco a basket. Vedremo onestamente. Non so nemmeno se starò bene fisicamente”, ha detto.

Notizie correlate

“Durante la settimana ho a malapena tempo, mi sfugge di mano e quel poco che ho lo dedico alla ragazza e alla mia famiglia e quello che mi resta è riposarmi e sfruttarlo al meglio”, dice come uno dei problemi , anche se riconosce che il suo compagno, Alfons, lo aiuta molto nella riconciliazione familiare. “Ma quando mi siedo sul divano, cado. Non smettiamo di iniziare serie e di non finirne nessuna”, rivela. D’altra parte, ammette che sebbene la vita degli atleti continui ad allungarsi (Laia Palaua 42 anni, è ancora nel Uni Girona; Rafa Martinezcon 40 nel Baxi Manresa), l’accusa di maternità recente. “Il tuo corpo cambia molto. Questa è la parte difficile. La testa sta andando più veloce e il corpo ha dovuto riadattarsi a quella nuova esigenza”.

Read:   Xavi: "Valencia è un'altra finale, sarà dura, è molto rocciosa"

Nonostante quel triplice ruolo che svolge nella vita di tutti i giorni, Nuria Martinez, non è visto come un riferimento nel nuovo scenario dell’empowerment femminile. “È solo questione di organizzarsi bene”, dice modestamente. “Credo sinceramente che ci siano molte più donne che stanno facendo cose più importanti di me, anche se è vero che sono stata una delle prime a farsi strada professionalmente nel basket, ad uscire in Europa per cercare la mia vita quando ho era giovanissimo e non era così normale”, riassume e lascia una domanda nell’aria sul suo futuro se la promozione a Primera avverrà. “Gala Non ne sono ancora a conoscenza, ma amo stare alle feste. Mi piacerebbe vederlo giocare, certo, ma non so se sia un desiderio realistico”.

Articolo precedenteYouTube e Google Play Store sospendono tutti i servizi a pagamento in Russia
Articolo successivoSony e Nintendo hanno sospeso le consegne di videogiochi e dispositivi in ​​Russia