Home Economia La Russia ha stabilito nuove regole rigorose per gli stranieri che cercano...

La Russia ha stabilito nuove regole rigorose per gli stranieri che cercano l’approvazione per acquistare e vendere beni russi

56
0

La Russia ha temporaneamente vietato agli stranieri di commerciare in beni russi questo mese, dicendo che vuole garantire che le decisioni di ritiro degli investimenti siano prese in considerazione e non guidate da pressioni politiche a seguito dell’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca.

Ha ora rivelato i dettagli di un processo di attuazione da seguire prima che il ministero delle Finanze decida se i beni possono essere scambiati, inclusa la divulgazione di eventuali beneficiari e investimenti strategici, come la difesa.

Decine di miliardi di dollari di fondi in Russia attendono i dettagli delle restrizioni che dovranno affrontare quando cercheranno di rinunciare ai loro beni, in mezzo al crescente isolamento economico del presidente Vladimir Putin.

“Penso che nessuno in Russia osi parlare a Putin dei problemi finanziari imminenti”, ha affermato Alastair Winter, uno stratega degli investimenti globali di Argyll Europe, che ha previsto “declini di massa” per molti stranieri esposti nel paese.

L’invasione, che Mosca chiama “operazione militare speciale” per smilitarizzare l’Ucraina, ha innescato un esodo di compagnie internazionali e ha in gran parte disaccoppiato l’economia russa dal resto del mondo.

Read:   Il Paese che nazionalizza i giacimenti di litio, materia prima essenziale nella produzione di batterie elettriche

Questo mese le autorità russe hanno emesso il decreto 81, che stabilisce che qualsiasi transazione tra russi e controparti estere richiede il permesso della commissione governativa per controllare gli investimenti esteri della Russia.

In effetti, ciò significa che gli investitori stranieri, che hanno acquistato azioni e obbligazioni russe senza restrizioni, sono rimasti bloccati con quelle partecipazioni, mentre l’economia è passata da un’attraente destinazione di investimento ricca di petrolio a un paria finanziario.

“Le autorità russe hanno annunciato l’ordinanza per ottenere le autorizzazioni per svolgere le operazioni previste dal decreto 81. E’ stato istituito un organismo autorizzato a prendere decisioni sul rilascio delle autorizzazioni”, si legge nella nota Citigroup.

Il processo prevede una domanda e i relativi documenti presentati al ministero delle Finanze russo, in russo, che contengono “informazioni sullo scopo, l’oggetto, il contenuto e le condizioni essenziali della transazione”.

Read:   Quali banche europee hanno stretti legami con la Russia e cosa la Banca centrale europea ha imposto loro

I candidati devono inoltre fornire informazioni complete sui beneficiari e sui beneficiari effettivi, come indicato nel memorandum, nonché i dettagli di eventuali investimenti in società in un “settore strategico” come l’aviazione, lo spazio, la produzione di risorse naturali o la produzione di armi, o attrezzature militari .

“Questo è solo un meccanismo per controllare quali entità possono commerciare in valuta estera e non ci saranno società di paesi ostili che lasceranno il paese”, ha affermato una fonte bancaria in merito alle regole.

Citigroup ha rifiutato di commentare oltre a confermare l’autenticità della nota.

Una seconda fonte bancaria ha affermato di aver consigliato ai clienti di non negoziare a tali condizioni, adducendo preoccupazioni sulla condivisione di dati sensibili e una mancanza di trasparenza in merito all’approvazione o al rifiuto delle domande.

Consigliamo inoltre:

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteLa salute della regina Elisabetta II è peggiorata. Il sovrano può essere assente dalla commemorazione del principe Filippo
Articolo successivoAndroid richiederà il consenso dell’utente prima di emettere notifiche