Home Economia La siccità estrema sta colpendo la produzione di vino e olive dell’UE....

La siccità estrema sta colpendo la produzione di vino e olive dell’UE. Ricercatori: Alcuni suoli sono vicini al punto in cui non possono più sostenere i raccolti

90
0

Secondo i ricercatori del Navarino Environmental Observatory in Grecia e del KTH Royal Institute of Technology in Svezia, fattorie e frutteti nei paesi mediterranei rischiano di diventare deserti poiché la materia organica del suolo diminuisce mentre i livelli di sale aumentano.

Inoltre, alcuni suoli sono vicini al punto in cui non possono più sostenere le colture o assorbire il carbonio, affermano i ricercatori in uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Science of the Total Environment, informa Agerpres.

La diminuzione del livello di materia organica, insieme all’inquinamento del suolo, alla compattazione e all’erosione, mette in pericolo vermi, formiche e altri organismi che forniscono biodiversità e arricchiscono il suolo, affermano i ricercatori.

Secondo Euronews, alcuni giorni fa, gli agricoltori in Portogallo e Spagna, che coltivano prodotti in tutta Europa, temono che i loro raccolti per questa stagione siano compromessi. .

Negli ultimi tre mesi del 2021, la Spagna ha registrato solo il 35% delle precipitazioni medie registrate nello stesso periodo dal 1981 al 2010. E nel 2022 non è caduta quasi nessuna pioggia.

Read:   I Paesi balcanici si rivolgono al carbone: la crisi energetica ha una priorità maggiore dell'ambiente

Secondo le autorità, se le nuvole non scoppiano nelle prossime settimane, saranno necessari sussidi di emergenza per gli agricoltori. Mentre solo il 10% della Spagna è stato ufficialmente dichiarato in una “siccità prolungata”, vaste aree, soprattutto nel sud, devono far fronte a riserve idriche limitate che potrebbero influire sull’irrigazione delle colture.

Ha piovuto anche in Portogallo poco dopo l’ottobre 2021. Entro la fine di gennaio, il 45% del paese soffriva di siccità “grave” o “estrema”, secondo l’agenzia meteorologica nazionale IPMA.

Insolitamente, anche il nord del Portogallo è asciutto e questo inverno sono scoppiati incendi.

Secondo i dati trasmessi da ŞtirileProtv, come avvertono i meteorologi, anche la Romania sta registrando il primo inverno con siccità.

Read:   La Grecia si sbarazza del suo debito con il FMI due anni prima di quanto promesso. Il debito pubblico supera il 189% del PIL

Nel nostro Paese si registrano le precipitazioni minori da quando sono state effettuate le misurazioni negli ultimi mesi e le colture sono in grave pericolo per mancanza di neve. In quasi la metà del Paese le riserve idriche del suolo sono minime e alcune aree sono gravemente colpite da una profonda siccità.

Contadino di Bacău: “Non c’era neve e i venti sono molto forti, favorendo l’evaporazione dell’acqua dal suolo. Le colture più colpite saranno il frumento e la colza. Il grano si presenta pessimo, risente delle gelate e le rese saranno molto contenute”.

Tutto ciò porterà inevitabilmente a ulteriori aumenti dei prezzi dei generi alimentari, affermano gli agricoltori.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteLa prima donna al mondo ad essere guarita dall’HIV dopo aver ricevuto la terapia con cellule staminali
Articolo successivoMuore il pugile 24enne caduto in coma durante una rissa a Castellón