Home Sport L’anno di Carlos Sainz nel Campionato del Mondo di Formula 1

L’anno di Carlos Sainz nel Campionato del Mondo di Formula 1

43
0

Mattia Binotto , il boss della Ferrari, trasuda ottimismo. “In Bahrain non ci accontenteremo del secondo posto, questa volta no”, avverte. “Vogliamo il meglio in ogni gara e quest’anno penso che saremo subito competitivi” 75.

La nuova vettura di Maranello è ricca di indubbio appeal, ma l’importante è che finora nei test abbia dimostrato assoluta affidabilità e si sia dimostrata una vettura molto veloce. La Ferrari ha avuto quasi due anni per dedicarsi a questo progetto con tutte le sue risorse tecniche, mentre Mercedes e Red Bull erano in lotta per il titolo nel 2021. Il risultato non potrebbe essere più promettente e rende Sainz y Leclerc parlare apertamente della lotta per la vittoria nel 2022.

Il pilota madrileno, quinto nel Campionato del Mondo lo scorso anno, come ‘il migliore degli altri’ e davanti al compagno di squadra Leclerc, È convinto che se la nuova vettura soddisfa le aspettative e il regolamento attuale mantiene la promessa di equilibrare la bilancia, la sua prima vittoria in F1 sta per cadere.

“Le nuove vetture sono aggressive, moderne, futuristiche, in particolare la Ferrari, che ha sfidato le regole per trovare il limite. Spero che ci siamo riusciti e che quest’anno l’auto si comporti bene”, ha detto. Sainz, che a 27 anni si avvicina alla sua ottava stagione ai Mondiali. Ha debuttato nel 2015 con la Toro Rosso e dopo essere passato anche per Renault e McLaren è approdato lo scorso anno a Maranello. Vestito di rosso, ha portato il suo record a sei podi e ha brillato soprattutto in un contesto prestigioso come Monaco. Ma non è soddisfatto.

Read:   Alves dice che Messi "non si sta divertendo" al PSG

“Pronto a tutto”

Se domani c’è una sfida per lottare per i titoli, sono pronto, ho le qualità e daremo il massimo. In questo momento, sono pronto per quello che verrà”, ha detto CARLO. “Non ho paura della pressione per lottare per vittorie o titoli, perché è stato il sogno di tutta la mia vita… Quando mi alzo o vado a letto è sempre nella mia mente. È quello a cui ho pensato per tutta la vita”, ha detto.

La Ferrari aveva già un telaio quasi perfetto e il nuovo motore dovrebbe consentire loro di fare il salto di qualità con il sogno Sainz e Leclercma anche un intero Paese, l’Italia, e un tifoso, i tifosi, che aspettano una gioia da quando Kimi Raikkonen ha dato l’ultimo titolo alla ‘Scuderia’ nel 2007. Fernando Alonso e Sebastian Vettelche è arrivato nella squadra come campioni affermati, non ci è riuscito.

Read:   questo è il calciatore della Barça Academy che sale all'FC Barcelona

Ottimismo

Notizie correlate

“L’anno scorso eravamo 25 cavalli sotto la concorrenza (Honda e Mercedes). Anche se non abbiamo dati definitivi, penso che ora siamo allo stesso livello, se non un po’ anche meglio”, avverte. Binotto sul ritorno che si aspettano quest’anno. “Non dobbiamo lasciarci trasportare dal clamore che ci circonda. Inizierò a fissare le mie aspettative più o meno dopo aver visto cosa succede nelle prime sessioni libere”, ammette Sainz prima della premiere della stagione in Bahrain. Per ora è d’accordo con Leclerc sul fatto che il grande favorito, dall’inizio, sia ancora la Red Bull e il suo campione Max Verstappen.

Fin qui tutto bene Sainz dopo il suo primo anno alla Ferrari trova parità di trattamento con Leclerc. L’anno scorso ha dovuto sentire da Binotto che Leclerc era il ‘prescelto’: “Ecco perché abbiamo investito in lui firmando un contratto a lungo termine, il più lungo che abbiamo avuto nella nostra storia. Perché siamo convinti che lo sarà l’uomo e l’uomo pilota che diventerà il prossimo campione Ferrari”, ha affermato lo svizzero. CARLO ha risposto con i dati: 4 podi (per 1 di Leclerc), 164,5 punti (per 159) e quinto posto davanti al settimo del monegasco. “Nella squadra non c’è il numero uno e il numero due”, dice il capo della Scuderia.

Articolo precedenteLe autorità belghe decidono di prolungare la vita del reattore a causa della crisi energetica
Articolo successivoDest subisce un infortunio muscolare ed è a terra per la classica contro il Madrid