Home Economia L’Austria riduce il prezzo del trasporto pubblico e aumenta i sussidi per...

L’Austria riduce il prezzo del trasporto pubblico e aumenta i sussidi per il carburante dei pendolari

38
0

Tra le misure annunciate dalle autorità di Vienna c’è Aumento del 50% delle agevolazioni per i pendolari, ulteriori riduzioni dei prezzi dei mezzi pubblici e riduzione dei supplementi per gas naturale ed elettricità.

“Molte persone dipendono dalle loro auto e non possono effettuare il passaggio in breve tempo. Queste persone hanno bisogno di aiuto. Sosteniamo anche le aziende che soffrono di prezzi elevati dell’energia”, ha affermato il ministero dell’Energia.

Il pacchetto svelato domenica comprende anche gli aiuti per i consumatori di diesel nel settore agricolo, le PMI che consumano molto carburante e le aziende che passano alle energie alternative.

Il ministero dell’Energia austriaco stima che le misure annunciate consentiranno a una famiglia che fa 50 chilometri al giorno di risparmiare circa 900 euro entro la metà del 2023, mentre un hotel con 50 dipendenti risparmierà circa 20.000 euro e una grande azienda industriale risparmierà circa tre milioni di euro.

Read:   Il controverso messaggio su Twitter di Elon Musk su Tesla è stato considerato "falso" da un giudice, secondo gli investitori

I ministri delle finanze europei hanno concordato la scorsa settimana di sovvenzionare il carburante per le famiglie e fornire sostegno alle aziende colpite dall’aumento dei prezzi dell’energia a seguito dell’invasione dell’Ucraina.

La Russia è il principale fornitore di energia del blocco, importando il 45% del suo fabbisogno di gas naturale dalla Russia, più di un quarto del suo petrolio e più della metà del suo carbone.

L’Austria fornisce l’80% del fabbisogno di gas naturale della Russia in base a un contratto del 2040.

Sabato, il CEO del gruppo austriaco OMV Alfred Stern ha avvertito che sostituire le forniture energetiche russe non sarebbe facile e richiederebbe importanti investimenti in infrastrutture, come i terminali di gas. “L’Austria non ha accesso diretto ai terminali di gas liquefatto. Al momento ci sono solo opzioni limitate per portare gas liquefatto in Austria”, ha affermato Alfred Stern, aggiungendo che al momento non si sta valutando la risoluzione del contratto con Gazprom.

Read:   I negozi in Russia non vendono più elettronica ed elettrodomestici a rate. Più alti sono i prezzi di alcuni prodotti

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteBloomberg: l’UE potrebbe astenersi dall’intervenire sul mercato energetico perché gli Stati membri hanno opinioni diverse
Articolo successivoEnergia “senza Putin” in Germania. Il governo sta preparando un accordo con il Qatar