Home Economia Le banche russe vogliono utilizzare il sistema cinese di carte UnionPay dopo...

Le banche russe vogliono utilizzare il sistema cinese di carte UnionPay dopo che Visa e Mastercard hanno cessato i servizi in Russia

82
0

Diverse banche russe hanno dichiarato domenica che avrebbero presto iniziato a emettere carte utilizzando il sistema dell’operatore di carte cinese UnionPay insieme alla rete russa Mir, dopo che Visa e MasterCard hanno dichiarato che avrebbero sospeso le operazioni in Russia.

Gli annunci relativi al passaggio a UnionPay sono arrivati ​​domenica da Sberbank (SBER.MM), il più grande creditore russo, nonché da Alfa Bank (non collegata ad Alpha Bank Romania) e Tinkoff.

I giganti internazionali delle carte di credito Visa e Mastercard hanno annunciato sabato che sospenderanno le operazioni in Russia dopo l’invasione dell’Ucraina, che impedirà alle carte emesse dalle banche russe di operare all’estero e alle carte straniere di operare in Russia, osserva AFP.

“A causa della natura senza precedenti dell’attuale conflitto e dell’incerto contesto economico, abbiamo deciso di sospendere la nostra rete di servizi in Russia”, ha affermato Mastercard in una nota, aggiungendo che continuerà a pagare i suoi circa 200 dipendenti.

Read:   Apple non vende più nulla ai russi

Allo stesso tempo, il suo concorrente Visa ha dichiarato in una dichiarazione che avrebbe “lavorato con i suoi clienti e partner in Russia per terminare tutte le transazioni Visa nei prossimi giorni”.

“Siamo obbligati ad agire sulla scia dell’invasione non provocata della Russia dell’Ucraina e degli eventi inaccettabili a cui abbiamo assistito”, ha affermato il CEO di Visa Al Kelly in un comunicato stampa.

Le carte bancarie russe Visa e Mastercard non saranno più valide all’estero e le carte emesse all’estero non funzioneranno più in Russia, hanno affermato le due società.

Visa e Mastercard, così come la loro concorrente American Express, avevano già adottato misure per impedire alle banche russe di utilizzare le loro reti per imporre sanzioni finanziarie internazionali decise dopo l’invasione dell’Ucraina.

La Banca di Russia ha dichiarato che tutte le carte Visa e Mastercard emesse dalle banche russe continueranno ad operare normalmente sul territorio russo fino alla data di scadenza. “Le operazioni con queste carte sono gestite dal sistema nazionale delle carte bancarie e le sanzioni non hanno alcun impatto”, ha affermato in una nota.

Read:   Olaf Scholz: Quest'anno la Germania potrebbe rinunciare alle importazioni russe di petrolio, non al gas russo

Tuttavia, la banca centrale ha consigliato ai russi che viaggiano all’estero di avere contanti o una carta bancaria russa Mir nei pochi paesi o territori in cui è accettata.

La più grande banca russa, Sberbank, ha anche affermato sul suo conto Telegram che è possibile utilizzare le carte Visa e Mastercard emesse da essa “per le operazioni in Russia – per prelevare denaro, effettuare trasferimenti di numeri di carta ed effettuare pagamenti in loco o online in russo I negozi. ”

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteOMV si ritira dalla Russia. Le perdite sono stimate in 1,8 miliardi di euro
Articolo successivoTikTok sospende le operazioni in Russia