Home Sport L’Eurolega separa le squadre russe dalle competizioni europee

L’Eurolega separa le squadre russe dalle competizioni europee

74
0

a Eurolega ha annunciato questo pomeriggio la sospensione delle squadre della federazione russa che tanto partecipano all’Eurolega (CSKA Mosca, Unics Kazan, Zenit San Pietroburgo) come quella che ancora partecipa alla seconda competizione europea, l’Eurocup, la Lokomotiv Kuban Krasnodar.

Il corpo che dirige il catalano Jordi Bertomeu prese a maggioranza la proposta da lui difesa Zalgiris Kaunas dal primo momento, a cui si sono aggiunti subito altri club come quello Asvel Villeurbanne di Tony Parker, di escludere le squadre russe dal torneo per tutta la durata della guerra in Ucraina e ha ribadito che la sua decisione è una dimostrazione del suo fermo impegno per la pace e contro ogni atto di violenza.

L’accordo tra i club di Eurolega è lo stesso del fatto che il Comitato Olimpico ha raccomandato l’esclusione degli atleti russi e bielorussi da tutte le competizioni internazionali e che la FIFA si prepara ad espellere la nazionale russa dai Mondiali Qatar-2022.

Decisione dei 13 club

La decisione della massima competizione europea di basket è stata presa in un incontro online tra i 13 azionisti del torneo (Barça, Madrid, Baskonia, Olympiacos, Panathinaikos, CSKA, Zalgiris, Maccabi, Milan, Efes, Fenerbahçe, Asvel e Bayern) e ha alzato il livello delle sanzioni assunte nell’assemblea di venerdì scorso in cui si è deciso di spostare in una fase neutrale tutte le partite in territorio russo, con la sola eccezione delle partite tra due squadre in quel Paese.

Read:   Programma e dove vedere la Scozia-Spagna femminile che potrebbe valere il pass per i Mondiali 2023

Ciò ha permesso al Barça di sospendere i due impegni che ha dovuto giocare lo scorso fine settimana a San Pietroburgo e Mosca, rispettivamente contro Zenit e CSKA, dai quali ora sarà esonerato. In quella stessa situazione è il Real Madrid che venerdì prossimo avrebbe dovuto affrontare il CSKA in una sede da decidere.

“Costernato dalla situazione”

“Siamo sconvolti dai terribili eventi accaduti in Ucraina dall’invasione della Russia. La squadra di basket dell’Eurolega e le sue squadre sono profondamente radicate nelle loro comunità. In una situazione come quella che abbiamo oggi, è nostra responsabilità sostenere quelle comunità ed esprimere le loro convinzioni”, ha detto Bertomeu, in una nota resa pubblica a seguito dell’assemblea. “Lo sport non è politica e non dovrebbe essere interferito dalla politica, ma non possiamo rimanere passivi di fronte a una così terribile crisi sociale con tanta sofferenza di persone innocenti e allo stesso tempo vedere il sostegno delle nostre comunità in tutto il mondo. ” ha aggiunto il leader catalano.

Read:   I club ricevono i primi 400 milioni dall'accordo LaLiga e CVC

Notizie correlate

“L’Europa ha parlato chiaramente contro il popolo ucraino. Voglio chiarire che non incolpiamo i nostri club russi, la loro dirigenza o lo staff per nessuno di questi eventi. Sfortunatamente, tuttavia, la gravità della situazione non ci ha abbandonato Non c’è modo migliore che sospendere tutte le partite che coinvolgono squadre russe, almeno per ora, e aspettare che questa situazione finisca il prima possibile”, ha concluso il presidente di Eurolega.

Nella sua dichiarazione, l’Eurolega ha insistito sul fatto che avrebbe continuato a monitorare la situazione e che se la situazione non fosse migliorata, tutte le partite della stagione regolare contro squadre russe sarebbero state cancellate per formare la classifica del campionato. Solo in caso di una rapida risoluzione del conflitto la decisione sarebbe stata riconsiderata.

Articolo precedenteMWC 2022 – Huawei ha presentato FTTR, una soluzione per la casa e le PMI
Articolo successivoChe succede con l’ex ragazza di Harry? Chelsy Davy ha lasciato tutti senza parole