Home Technologia L’ex vice primo ministro britannico Nick Clegg è diventato una delle persone...

L’ex vice primo ministro britannico Nick Clegg è diventato una delle persone più forti di Meta

105
0

Il CEO di Meta Mark Zuckerberg mercoledì ha promosso l’ex vice primo ministro britannico liberaldemocratico alla carica di presidente degli affari globali, mettendolo a capo di “tutte le questioni politiche”, mentre il gigante della tecnologia deve affrontare un’ondata di normative globali.

Clegg è stato in precedenza vicepresidente degli affari globali. Laureato all’Università di Cambridge, entrato a far parte di Facebook nel 2018 come capo della politica e delle comunicazioni, Clegg era il leader del Partito Liberal Democratico nel Regno Unito.

Ora sarà responsabile delle decisioni che riguardano miliardi di persone in tutto il mondo che utilizzano Facebook, Instagram, Messenger, WhatsApp e Oculus, tutti di proprietà di Meta.

Zuckerberg ha detto che voleva che il 55enne Clegg assumesse il ruolo di un leader senior “al suo” livello e quello di capo delle operazioni Sheryl Sandberg, che era stata a lungo considerata il secondo in comando.

“Nick ora guiderà la nostra azienda su tutte le nostre questioni politiche, incluso il modo in cui interagiamo con i governi quando prendiamo in considerazione nuove politiche e normative e come discutiamo pubblicamente i nostri prodotti e lavori”, ha affermato Zuckerberg in un post sulla sua pagina Facebook.

Read:   La NASA sta cercando modi per mantenere in orbita la Stazione Spaziale Internazionale senza l'aiuto russo

Zuckerberg ha detto che Clegg avrebbe ora riferito direttamente a se stesso e a Sandberg, a cui stava già facendo riferimento. Ha aggiunto che la nomina consentirebbe a lui e Sandberg di ritirarsi dal processo decisionale politico per concentrarsi rispettivamente sulla costruzione di nuovi prodotti e affari. “Il lavoro che svolgiamo in Meta è importante per molte persone in tutto il mondo. Siamo al centro di molti dibattiti su tecnologia e società”, ha affermato Zuckerberg.

“La nomina di Clegg arriva mentre Meta cerca di orientarsi verso la costruzione del metaverso, un ipotetico mondo virtuale in cui le persone possono vivere, lavorare e giocare attraverso avatar digitali.

Il metaverso è ancora agli inizi, ma potrebbero esserci molte questioni politiche complesse associate al suo sviluppo. In effetti, ci sono già state diverse segnalazioni di molestie su varie piattaforme metaverse.

Meta è diventato sempre più impopolare tra i politici di tutto il mondo a causa degli scandali sulla privacy, la moderazione dei contenuti, la fuga di dati, le interferenze elettorali e la sicurezza dei bambini.

“I nostri prodotti esistenti e futuri continueranno a essere un argomento di interesse e un intenso dibattito sociale. Non vedo l’ora di svolgere un ruolo in questo dibattito per nostro conto e assicurarmi di avere le politiche giuste sia per riflettere le nostre responsabilità sia per supportare la costruzione di nuovi prodotti innovativi per gli anni a venire “, ha affermato Clegg.

Read:   La legge europea potrebbe costringere Apple ad accettare app store di terze parti

Clegg è stato vice primo ministro del Regno Unito durante la coalizione di governo dal 2010 al 2015. molti liberaldemocratici.

La sua promozione arriva nel mezzo di una più ampia rivolta a Meta. Nell’ultimo anno, Meta ha perso il direttore della tecnologia Mike Schroepfer, il responsabile delle entrate David Fischer e Simo delle Fiji, l’amministratore delegato di Facebook. Non è chiaro se Clegg riceverà un posto nel consiglio di Meta, ma se ne riceve uno, dovrà dichiarare il suo stipendio e le opzioni su azioni. Nel 2020 il pacco ricevuto da Sandberg ha raggiunto circa 24,7 milioni di dollari.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteIl Barça non vede l’ora di un debutto teso nel seminterrato d’Europa
Articolo successivoLa Russia si sta preparando per il suo futuro energetico. Vuole diventare uno dei principali attori dell’idrogeno