Home Salute L’importanza delle aziende private nella costruzione di sistemi sanitari più forti

L’importanza delle aziende private nella costruzione di sistemi sanitari più forti

120
0

L’Organizzazione Mondiale della Sanità e la Banca Mondiale hanno annunciato che fino a 3,5 miliardi di persone (o metà della popolazione mondiale) non hanno accesso all’assistenza sanitaria di cui hanno bisogno. [1]. Inoltre, la pandemia ha bloccato i progressi verso la copertura dell’assistenza sanitaria universale (UHC) entro il 2030, come tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite hanno ipotizzato nel 2015, e la risposta al COVID-19 ha dimostrato più che mai che l’accesso all’assistenza sanitaria Servizi sanitari all’interno e tra paesi è profondamente irregolare.

A sua volta, la Romania ha dovuto affrontare molte sfide, dalla mancanza di personale medico all’emigrazione di specialisti, dai vincoli di bilancio all’accesso alla diagnosi e alle cure. Tuttavia, vi è una tendenza all’adozione della digitalizzazione e di nuove tecnologie basate sull’intelligenza artificiale, all’uso dell’interconnettività dei dati e all’intensificazione dei partenariati pubblico-privato.

A livello globale, la cooperazione pubblico-privato ha aggiunto valore agli sforzi per migliorare i risultati sanitari a beneficio sia dei pazienti che degli operatori sanitari.

Sono stati individuati tre modi in cui il settore privato può contribuire alla messa in comune di strumenti, finanziamenti e competenze per rafforzare i sistemi sanitari:

  1. Accelerare la trasformazione digitale dell’assistenza sanitaria per aumentare la connettività e stimolare l’innovazione tecnologica
  2. Sviluppo di soluzioni finanziarie e modelli di business sostenibili e misurabili
  3. Crescente collaborazione e coinvolgimento attivo del settore privato nell’ecosistema sanitario per partnership di maggiore impatto

Digitalizzazione: trasformare la sanità attraverso la tecnologia

Le tecnologie innovative, soprattutto quando diventano più accessibili, possono essere molto utili per affrontare le sfide sanitarie globali.

Read:   La soia, un alimento base per il digiuno. Quanto è salutare e cosa può succederti se mangi troppo

Anche in Romania, la mobilitazione e il coinvolgimento di aziende private di tecnologia medica hanno fatto la differenza durante la pandemia. Ad esempio, alla fine dello scorso anno, la Fondazione Philips e Philips Romania hanno aderito alla campagna Save the Children nella campagna # Donate Oxygen, in modo che il Bucharest Maternity Hospital di Bucarest e il “St. Maria” di Iaşi per ricevere 16 monitor di funzioni vitali e 2 ventilatori per la cura dell’apparato respiratorio, apparecchiature mediche necessarie ai reparti di terapia intensiva, neonatologia e pediatria per garantire cure adeguate a neonati e bambini con vari disturbi.

In tutto il mondo, in collaborazione con l’organizzazione no-profit SAS Brazil, Philips e la Philips Foundation hanno portato nelle aree rurali strutture container dotate di tecnologie come ultrasuoni, elettrocardiogrammi e software per il monitoraggio delle donne in gravidanza.

Collaborazione: partnership che producono risultati significativi

Allo stesso tempo, la collaborazione tra diversi settori è parte integrante della trasformazione digitale della sanità. Ad esempio, la piattaforma Digital Connected Care Coalition (DCCC) mira a riunire aziende private, enti pubblici, ONG, imprenditori sociali e organizzazioni di finanziamento per supportare in modo più efficace le partnership intersettoriali. Il DCCC è stato lanciato nel 2019 con l’obiettivo di accelerare la trasformazione digitale dell’assistenza sanitaria nei paesi a basso e medio reddito per contribuire a soddisfare la copertura sanitaria universale.

Queste collaborazioni aiutano a creare un precedente per un coinvolgimento più attivo delle aziende private nel rafforzamento dei sistemi sanitari e per legami più forti tra i settori pubblico, privato e senza scopo di lucro per affrontare le sfide sanitarie globali.

Read:   Europei, obesi quasi quanto gli americani

Investire in un’assistenza sanitaria di qualità per tutti

Sebbene la pandemia abbia completamente cambiato il percorso iniziale dell’assistenza sanitaria, la spesa per crisi non equivale a un miglioramento a lungo termine del sistema o a una maggiore resilienza ad esso. C’è un urgente bisogno di maggiori e migliori investimenti nell’assistenza sanitaria, a cominciare dall’assistenza sanitaria di base, per garantire che nessuno venga lasciato indietro.

Quindi, se dovessimo definire oggi l’obiettivo generale di tutti i responsabili della gestione dei sistemi sanitari, la parola più appropriata sarebbe sostenibilità. In molti paesi come la Romania, sono necessarie risorse mediche e finanziarie per operare in tempo reale in ospedali, cliniche o studi medici, ma la strategia complessiva può basarsi solo sullo sviluppo sostenibile e il contributo delle aziende private è parte della soluzione. costruire un sistema sanitario forte e affidabile per tutti.

Come ci riusciremo? Intensificando gli sforzi per accelerare la trasformazione digitale come fattore per un migliore accesso all’assistenza sanitaria e creando soluzioni di finanziamento in grado di sbloccare investimenti sia pubblici che privati. Abbiamo bisogno di un ampio impegno per garantire che i sistemi sanitari di tutto il mondo siano resilienti e in grado di soddisfare le esigenze di tutti, ora e in futuro.

[1] Organizzazione mondiale della Sanità. https://www.who.int/healthinfo/universal_health_coverage/report/uhc_report_2019.pdf?ua=1

[2] Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA). https://www.unfpa.org/sites/default/files/resource-pdf/COVID-19_impact_brief_for_UNFPA_24_April_2020_1.pdf; Coalizione di leadership globale degli Stati Uniti. https://www.usglc.org/coronavirus/donne-e-ragazze/

Articolo precedenteTania Alexandra, la giovane donna che ha conosciuto Kanye West, rivela: “Siamo entrambe appassionate di moda”
Articolo successivoMicrosoft offre sconti ai clienti insoddisfatti dei servizi di Google