Home Economia L’UE vuole conoscere quante più informazioni possibili sulle attività di Gazprom in...

L’UE vuole conoscere quante più informazioni possibili sulle attività di Gazprom in Europa

93
0

Il mese scorso, la commissaria europea per la Concorrenza Margrethe Vestager ha annunciato di aver chiesto spiegazioni alle compagnie del gas, tra cui Gazprom, sulla scorta di forniture limitate, a seguito delle accuse dei media secondo cui il gruppo russo si sarebbe rifiutato di fornire ulteriori quantità di gas. Gazprom ha negato le accuse.

Secondo una fonte Reuters, l’Autorità europea per la concorrenza non ha ancora preso una decisione definitiva sul prossimo passo delle indagini. Ma una procedura di raccolta delle prove potrebbe aiutare l’esecutivo dell’UE a costruire un caso contro Gazprom.

Né Gazprom né la Commissione europea hanno rifiutato di commentare.

Sia il gruppo russo Gazprom che i funzionari del Cremlino hanno ripetutamente negato le critiche secondo cui non consentono l’aumento delle forniture di gas, sottolineando che tutti gli obblighi previsti dai contratti a lungo termine di Gazprom sono stati rispettati. La società russa fornisce gas oltre le quantità contratte quando vede che ci sono richieste sul mercato, ha specificato Gazprom.

Read:   IKEA sospende temporaneamente le operazioni in Russia e Bielorussia

Tuttavia, il mese scorso, il direttore dell’Agenzia internazionale per l’energia, Fatih Birol, ha affermato che la Russia sta contribuendo a una situazione di offerta insufficiente di gas naturale in Europa, aggiungendo che questa situazione è sorta durante una situazione di stallo tra Mosca e l’Occidente sull’Ucraina.

Gazprom è diventata sotto i riflettori l’anno scorso, quando la ripresa economica post-pandemia ha aumentato la domanda globale di gas, facendo aumentare i prezzi, le bollette e le richieste alle compagnie del gas di fornire quantità aggiuntive.

Gazprom è stata in passato all’attenzione della Commissione europea sulla sua politica dei prezzi e nel 2018 è riuscita a evitare una multa fino al 10% del suo fatturato complessivo dopo aver accettato di modificare i suoi accordi sui prezzi e aver consentito l’accesso ai concorrenti nell’Europa orientale.

Read:   La Germania ha preso il controllo di una filiale di Gazprom per mantenere la sua fornitura di gas

Gazprom, il più grande produttore mondiale di gas naturale, fornisce un terzo del fabbisogno di gas naturale dell’Europa. Il gruppo russo fornisce gas naturale all’Europa attraverso tre rotte principali: il gasdotto ucraino, la rotta Yamal – Europa, attraverso la Bielorussia e la Polonia, e il gasdotto Nord Stream, che collega Russia e Germania, attraverso il Mar Baltico.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteIl rating sovrano della Turchia è stato declassato a “B+”. Il paese non è raccomandato per gli investimenti
Articolo successivoL’attore Zachary Horwitz condannato a 20 anni di carcere per uno schema piramidale