Home Sport L’Unics si vendica del Barça a Kazan

L’Unics si vendica del Barça a Kazan

137
0

Il muscolo e il talento del Unici non ha lasciato scelta al Barça durante la sua visita a Kazan. La squadra di Velimir Perasovic stava per aggredirlo Palau al primo turno, a fine dicembre. È caduto ai tempi supplementari dopo aver dominato di 20 punti nell’ultimo quarto. Ma questo giovedì ha confermato con la vittoria al ritorno (70-64) che sarà uno degli avversari da tenere in considerazione nei possibili passaggi di Eurolega e nella lotta per le ‘final four’.

In una partita segnata dalle difese, il livello fisico del Unici finì per imporsi davanti a un Barca, che comincia a mostrare segnali positivi, come la ricomparsa di Calathes, dopo due mesi di riposo, o il passo avanti di Higgins (17 punti in 21 minuti, capocannoniere del Barça) ma ancora lontano dal suo migliore. Sia la base Lorenzo Marrone (20 punti, 8 assist), da esterno Giovanni Marrone, intenso e duro come pochi (20 punti, 4 rimbalzi, 7 palle rubate) hanno alzato l’asticella di un Unics in cui Ezonja (11 punti, 11 rimbalzi) ha giocato un ruolo minore.

Read:   Tsitsipas salva il suo esordio dopo una giornata caotica a Barcellona

Voglia di Mirotic

Il ritorno di Calathes Resta comunque un’ottima notizia, nonostante la sconfitta e il buon livello che Jokubaitis e Laprovittola hanno regalato in loro assenza. Dopo 20 minuti, ha dovuto lasciare il campo a causa di un infortunio al ginocchio ed è arrivato FC. Anche il Barça ha mancato Mirotico, confinato in casa dopo aver dato positivo, nonostante gli sforzi di Higgins e alcuni buoni minuti di Davies, che a volte diventava troppo ossessionato dalla lotta personale.

Notizie correlate

L’esterno ispanico montenegrino è il riferimento più affidabile quando la squadra non vede la luce in attacco, come è successo prima del Unici in alcune fasi di un polso molto denso, combattuto centimetro per centimetro. In uno scenario così complicato, da solo Higgins ottenuto un livello adeguato. La scorta del Barça ha completato la sua migliore prestazione da quando è ricomparso dall’infortunio. Non ha funzionato, però, per trascinare una squadra che ha perso le buone sensazioni del primo turno della competizione per infortuni e positivi e che cerca di riunirsi al più presto, anche se in quel transito ha perso quattro di le sue ultime cinque partite, proprio da quando lui Unici è passato per il tribunale del Barça.

Read:   Il caso dell'atleta che non può competere dopo la terza dose di vaccino

Unics Kazan, 70- FC Barcellona, ​​​​64

Unic Kazan: L. Brown (22), J. Brown (20), Hezonja (11), Uzinskii (-), Vorontsevich (6) –iniziale cinque- Spissu (-), Canaan (6), Brantley (-, Zaitcev (- ), Jekiri (5).

4 triple su 14. 30 rimbalzi, 5 reati (Hezonja, 11), 17 assist (L. Marrone, 8)

FC Barcelona: Calathes (-), Laprovittola (8), Martínez (-), Hayes (5), Sanli (2) -initial five- Davies (16), Exum (-), Smits (6), Higgins (17), Kuric (6), Jokubaitis (2), Nnaji (2).

7 di 22 triple (Higgins, Kuric, 2). 26 rimbalzi, 8 reati (Hayes, 6), 10 assist (Calate, 5).

Parziale: 17-14; 14-21; 23-13; 16-16

Articolo precedenteQuali cibi dovresti mangiare quando sei carente di ferro. Una bevanda molto popolare dovrebbe essere evitata
Articolo successivoStudio: il volume di mercato dell’industria dei giochi raggiunge un record di $ 175 miliardi