Home Technologia OPPO ha pubblicato un articolo su Zero-Power Communication, una tecnologia che converte...

OPPO ha pubblicato un articolo su Zero-Power Communication, una tecnologia che converte i segnali radio in energia

91
0

La maggior parte degli attuali dispositivi elettronici portatili si basa sulle batterie come unica fonte di alimentazione. Sebbene la tecnologia delle batterie si sia evoluta molto negli ultimi anni, solleva ancora problemi in termini di dimensioni, costi di produzione, durata della vita, facilità d’uso e impatto ambientale.

La tecnologia Zero-Power Communication elimina la necessità delle batterie convenzionali catturando e utilizzando la radiofrequenza per generare energia, il che si traduce nell’uso di dispositivi compatti, efficienti ed economici. Questa tecnologia ha un impatto benefico con le applicazioni commerciali in settori quali il magazzino, la logistica e l’agricoltura, i dispositivi portatili, le case intelligenti e molte altre applicazioni di consumo di alto livello.

La tecnologia passiva esiste già nella tecnologia di identificazione a radiofrequenza, ma deve affrontare alcuni ostacoli importanti, come la limitazione delle brevi distanze, la bassa efficienza o la bassa capacità. Tutte queste sono sfide importanti quando si tratta dell’applicabilità della tecnologia di identificazione a radiofrequenza in aree come le reti di sensori industriali, la logistica e il magazzino, le case intelligenti e le piccole tecnologie portatili.

Read:   Pete Lau: OnePlus lancerà il telefono 5G più economico nel 2022 e solo uno smartphone della serie 10

A differenza dei metodi convenzionali, i dispositivi Zero-Power possono captare segnali radio ambientali da sorgenti come antenne radio e TV, stazioni cellulari e hotspot Wi-Fi e trasformarli in fonti di energia. Una volta che l’energia è stata raccolta dalle onde radio esistenti, il dispositivo può modulare i segnali radio ambientali con le proprie informazioni e quindi ritrasmettere tali segnali attraverso un processo chiamato comunicazione a dispersione inversa. La progettazione delle reti Zero-Power Communication terrà conto della loro coabitazione con i sistemi 4G/5G esistenti.

I sistemi di comunicazione a potenza zero possono essere sviluppati in un framework che utilizza comunicazioni cellulari, sidelink o ibride. I sistemi di comunicazione cellulare a potenza zero sono adatti per applicazioni di rete con sensori industriali, come applicazioni in cui i dispositivi devono funzionare in ambienti estremi, dove il numero di dispositivi in ​​una rete è molto elevato o dove i costi di mobilitazione o manutenzione dei dispositivi convenzionali sono molto alto.

Read:   Sottosopra: l'oggetto che presto si scontrerà con la faccia nascosta della Luna appartiene a un lanciatore cinese, non a Elon Musk

L’approccio sidelink è più adatto per comunicazioni a basso costo a breve distanza, come dispositivi portatili o case intelligenti, dove i dispositivi possono essere utilizzati per elaborare i dati che ricevono. Un approccio ibrido consentirà agli sviluppatori di identificare ancora più applicazioni dei sistemi Zero-Power Communications.

OPPO ha già costruito il suo primo sistema di comunicazione a potenza zero e ha dimostrato la fattibilità del concetto come una valida previsione del futuro delle reti di comunicazione.

Il documento di OPPO sulla tecnologia di comunicazione a potenza zero può essere trovato qui.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteNutrizionista Şerban Damian, consigli su come evitare di ingrassare durante le vacanze
Articolo successivoTassare i ricchi del mondo farebbe uscire dalla povertà 2,3 miliardi di persone. La tassa potrebbe essere di 2,5 miliardi di dollari/anno