Home Sport Osimhen evita la sconfitta del Napoli, che fallisce nel suo assalto alla...

Osimhen evita la sconfitta del Napoli, che fallisce nel suo assalto alla dirigenza

105
0

È il tipo di attaccanti che non chiedono. Prima finiscono, poi se ne vanno. Era uscito nella ripresa quando il Napoli aveva perso e con un colpo di testa gli bastava per firmare il pareggio a Cagliari, pareggio che impedisce alla squadra di Spalletti di cercare il primo posto in Serie A. Ma Osimeno ha fatto bene il suo lavoro, molto bene.

Palla in area, colpo di testa degno di un grande centravanti, mentre il Cagliari era ancora straziato dalle tante occasioni mancate. Anche un gol olimpico che ha evitato Ospina, è diventato l’uomo chiave del secondo tempo, recuperando dall’errore dell’1-0. Ma le soste del gol napoletano hanno tenuto speranzosi fino all’ultimo sospiro grazie a quell’ottimo tiro di Osimeno.

Il primo tempo è finito e il Napoli ha avuto scarso impatto in attacco, forse per le scelte che ha preso. Spalletti pensando al Barça. Dare riposo a Osimeno y Fabian Ruiz, due suoi pilastri, che inizialmente lasciò in panchina. Poi li ha messi in campo perché ne aveva bisogno.

Infortunio a Di Lorenzo

Inoltre, l’incontro ha avuto un’aria quasi ruvida, quasi fin dall’inizio. Dal 10° minuto Cagliari e Napoli sono entrate in un territorio paludoso, dove i gomiti volavano con più permissività del consentito, facendo sì che Di Lorenzoil lato destro, ha dovuto essere sostituito quando non era nemmeno mezz’ora.

Read:   Nadal ha un infortunio al petto e sarà fuori all'Open di Barcellona

Se n’è andato ferito, nel frattempo Joao Pedro, il bellicoso centravanti del Cagliari, stava lottando con un centrocampista napoletano. La notte era iniziata in silenzio, ma poi tutto è stato avvelenato.

Nessun possesso o controllo

Non avevo l’attrezzatura Spalletti possesso della palla. Né il controllo del partito. E che il duello è stato determinante per dimostrare la leadership del calcio in una stagione in cui Milan e Inter sono in lotta per il titolo mentre la Juventus ha abbastanza, per ora, per sistemarsi tra le prime quattro.

Se niente andava bene il Napoli nel primo tempo, peggio ancora nel secondo. Era solo questione di tempo prima che segnasse un gol, frutto della debolezza che mostrava nel suo gioco. Ed è arrivato nel modo più inaspettato con un tiro da lontano Gaston Pereiro che ha avuto il prezioso aiuto di Ospina.

Tutto è stato preparato per il gol del Napoli. Non ha calibrato la curva o l’effetto avvelenato del tiro, né la barca precedente essendo in un brutto posto nella fotografia dell’1-0 del Cagliari, che ha provocato la rabbia di Le spalle, che ha agito con urgenza per riattivare la sua squadra con un triplo cambio che prevedeva l’ingresso di Osimhen e Fabián Ruiz per superare la partita già persa.

Read:   Calendario degli atleti spagnoli alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022

Notizie correlate

E nel finale ha corretto la sua brutta partita grazie al nove. E al portiere perché Ospina si è riscattato dall’errore con stop decisivi per dare almeno un punto al Napoli. Un punto che non gli dà, però, la leadership della Serie A.

Il cartellino di Cagliari-Napoli (1-1)

Cagliari: Cargo, Goldaniga, Lovato, Altare, Bellanova, Baselli, Grassi, Deiola, Dalbert, Pereiro e Joao Pedro.

I cambiamenti: Marin di Grassi (m. 75); Pavoletti per Pereiro (m. 82), Zappa per Basnelli (m. 82); Lykogiannis di Dalbert (m. 90 + 4)

Napoli: Ospina, Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Jesus, Demme, Zielinski, Elmas, Mertens, Rui e Petagna.

I cambiamenti: Fabián Ruiz per Gesù (m. 67); Osimhen per Petagna (m. 67); Ounas di Demme (m. 67); Zanoli per Malcuit (m. 83).

Obbiettivo: 1-0, Gastón Pereiro (m. 58); 1-1, Osimhen (m. 87)

cartellini gialli: Joao Pedro (m. 35); Malcuit (m. 42); Koulibaly (morto 64)

Articolo precedenteUna nota attrice è la nuova fidanzata di Elon Musk. I due sono stati sorpresi mentre scendevano dal jet privato del magnate
Articolo successivoMichael Jackson è stato sepolto con alcuni oggetti cari e speciali. Il re del pop non ha lasciato questo mondo come gli altri