Home Technologia Preparazione alle emergenze – Come proteggere la tua tecnologia personale dai disastri

Preparazione alle emergenze – Come proteggere la tua tecnologia personale dai disastri

63
0

Cameron Camp, un ricercatore di sicurezza, ha spiegato sul blog ESET quali sono i passaggi per essere ben preparati tecnicamente per un’emergenza.

Ecco alcuni consigli per prepararti al tuo “bagaglio tecnico” nel caso dovessi partire all’improvviso e necessiti di comunicazioni e dati, ma anche alcuni pensieri utili per sopravvivere durante un’emergenza.

Tutte queste cose e raccomandazioni sembrano semplici e di certo poco costose e probabilmente una piccola percentuale della popolazione ha cercato di dedicarsi con attenzione a queste preparazioni teoriche, almeno una volta. Ignorare i rischi o sperare che il danno non possa accadere non è una strategia. Solo la preparazione di un piano ti aiuterà a superare bene qualsiasi situazione.

Prepara un piano

Ciò significa, in primo luogo, che hai un bagaglio pre-preparato con articoli di base. Non dimenticare i caricatori e i cavi. Sono necessarie batterie extra, magari un caricatore solare o, idealmente, anche un piccolo generatore economico, portatile. Con una tecnologia che utilizza sempre meno energia, i dispositivi possono funzionare per giorni senza ricarica. Ma tutto si ferma quando gli elettroni smettono di fluire.

Scansiona (o fotografa) documenti importanti, come patente di guida, carta d’identità, passaporto, certificato di nascita, certificato di immunizzazione, certificato di matrimonio o altri documenti finanziari. Se possibile, archiviali in un archivio protetto da password, in un’unità virtuale crittografata o in un’unità USB esterna. In casi estremi, anche semplici immagini archiviate nella memoria del tuo smartphone ti aiuteranno.

Garantire comunicazioni ridondanti

Durante un’emergenza, potresti essere ancora in grado di utilizzare i dati cellulari per comunicare i dati, ma i ripetitori dei telefoni cellulari sono rallentati dal traffico intenso, soprattutto quando tutti chiamano i contatti stretti per scoprire cosa sta succedendo.

Read:   OPPO ha lanciato la serie Find X5, con riprese 4K Ultra Night supportate da MariSilicon X.

Le strutture nelle torri di comunicazione cellulare non sono progettate per questo flusso di traffico istantaneo, perché la loro gestione aumenterebbe notevolmente il costo dell’infrastruttura (poiché le torri non sono così costantemente richieste e funzionano regolarmente a parametri inferiori, sarebbe molto difficile giustificare per gli investitori questo costo aggiuntivo). Pertanto, è preferibile avere a portata di mano una configurazione alternativa, come i router Load Balance Multi WAN, simili a quelli utilizzati dagli uffici remoti che devono rimanere connessi. Possono facilmente instradare i dati da più provider e tecnologie disponibili.

In alcuni casi è possibile la comunicazione di dati via satellite, ma questa opzione di trasferimento di dati può essere costosa, quindi sarebbe auspicabile limitare la trasmissione di informazioni in questo modo ai messaggi di testo e di posta elettronica.

Mantieni i backup online

Se sei in fuga e le apparecchiature tecnologiche sono compromesse nel processo, trova un modo per ripristinare i dati su nuovi dispositivi. Questo di solito significa che hai backup su cloud o almeno dischi rigidi esterni con te, è essenziale. I backup locali, sul vettore, sono ancora un’opzione, se non altro perché per un po’ potresti non essere in grado di andare online per accedere a vari dati una volta arrivato in una posizione dopo l’evacuazione.

Devi anche essere sicuro della solidità dei tuoi backup: evita questi cinque errori comuni durante il backup dei tuoi dati.

Oltre alla tecnologia, mantieni le scorte di cibo, carburante e denaro

Read:   Bloomberg: Apple introdurrà nuovi dispositivi che sostituiranno iPhone SE e iPad Air

Se non sei preparato per un’emergenza, potresti avere un processo di evacuazione travagliato dall’inizio. In caso di emergenza vengono immediatamente attaccati negozi di alimentari, distributori di benzina, banche e sportelli bancomat.

Questo è successo molte volte in caso di scenari di disastro. Conservare cibo, acqua e denaro può tenerti al sicuro per giorni o settimane, o preferibilmente fino al ripristino della normalità. È importante aggiornare queste scorte, poiché anche gli alimenti secchi e in scatola hanno una durata di conservazione.

Eseguire simulazioni

Quando esegui il primo esercizio di risposta alle emergenze virtuale, immaginato in dettaglio, c’è quasi il 100% di possibilità che identifichi vari problemi. Diamo un’occhiata a un’esercitazione di evacuazione in caso di incendio della vegetazione: i quartieri residenziali colpiti nei paesi che hanno dovuto affrontare tali disastri hanno riscontrato che a causa dell’entità del fenomeno nessuno è potuto venire in soccorso per giorni, quindi hanno dovuto badare a se stessi. Così, si è scoperto che mancavano elementi di base ed essenziali, spesso disponibili nella maggior parte dei negozi di bricolage, il che diminuiva la capacità di combattere il fuoco. Uno di questi semplici articoli era, ad esempio, un adattatore per tubo flessibile per circa pochi euro o dollari. Pertanto, pur disponendo di una fonte d’acqua, questa era inutilizzabile e il risultato del tentativo di intervento è stato un fallimento.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteLe società di criptovaluta degli Emirati Arabi Uniti hanno preso d’assalto dalle pretese russe di liquidare miliardi di dollari in partecipazioni russe
Articolo successivoLe attività di Mercedes-Benz potrebbero essere compromesse dalla proposta di nazionalizzazione della Russia