Home Salute Puoi essere infettato due volte al mese con Omicron? Cosa dicono...

Puoi essere infettato due volte al mese con Omicron? Cosa dicono gli scienziati

118
0

Uno studio pubblicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall’Imperial College London nel dicembre dello scorso anno ha mostrato che Omicron ha una probabilità cinque volte maggiore di produrre una reinfezione in coloro che hanno già avuto COVD-19 rispetto alla variante Delta, secondo INews.co.

Secondo un’analisi dell’Agenzia britannica per la sicurezza sanitaria (UKHSA), allo stesso tempo, circa una persona su 10 infetta da Omicron aveva precedentemente avuto il Covid-19.

Uno studio recente ha rilevato che due terzi delle persone che avevano Omicron erano state precedentemente infettate da un ceppo diverso. Quindi è molto probabile che saremo nuovamente infettati da Covid, e Omicron fa che ciò accada ancora più probabilmente.

Quanto velocemente puoi reinfettare te stesso

“Ci sono persone che sentono che una volta che avranno avuto il Covid-19, saranno protette in modo permanente, come nel caso del morbillo. Ma i due virus che causano queste infezioni sono molto, molto diversi. La protezione dal coronavirus diminuisce naturalmente nel tempo”, ha affermato il dottor William Schaffner, professore di medicina preventiva e malattie infettive alla Vanderbilt University di Nashville.

Uno studio pubblicato nell’ottobre 2021 (prima del rilascio di Omicron) dai ricercatori della School of Public Health della Yale University negli Stati Uniti ha rilevato che le persone non vaccinate hanno un’immunità alla reinfezione tra tre mesi e cinque anni (61 mesi).

Qual è la definizione di reinfezione da SARS-CoV-2?

Qualsiasi test positivo per una qualsiasi delle varianti di Covid-19 che si è verificato entro 90 giorni dall’infezione iniziale è considerato parte dello stesso episodio. Ciò è possibile a causa degli effetti residui dell’infezione iniziale.

La reinfezione con SARS-CoV-2 viene presa in considerazione solo quando i test positivi si verificano più di 90 giorni dopo la prima infezione.

Perché la reinfezione è così comune con Omicron?

Studi recenti nel Regno Unito hanno suggerito che la precedente infezione da coronavirus fornisce una scarsa protezione contro il nuovo ceppo: Omicron.

I ricercatori dell’Imperial College London hanno scoperto che Omicron elude la protezione contro l’immunità COVID-19 o due dosi di vaccino siero COVID-19.

Uno studio su tutti i test PCR confermati in Inghilterra tra il 29 novembre e l’11 dicembre ha rilevato che i pazienti che avevano precedentemente avuto COVID-19 avevano solo circa il 19% di protezione contro la nuova variante di Omicron.

La vaccinazione con due dosi di siero anti-COVID fornisce lo stesso livello di immunità, con gli scienziati che stimano che il vaccino sia efficace fino al 20% contro la nuova variante.

Il professor Neil Ferguson dell’Imperial College di Londra ha dichiarato: “Questo studio fornisce un’ulteriore prova della misura sostanziale in cui Omicron può prevenire l’immunità precedente sia dalla preinfezione che dalla vaccinazione”.

Gli esperti di salute hanno notato che questi studi sottolineano l’importanza della terza dose di richiamo, che si ritiene fornisca una protezione dal 55 all’80% per Omicron.

L’infezione da Omicron può verificarsi due volte al mese?

Al momento, non ci sono dati sufficienti per dire se gli esseri umani possono essere reinfettati con Omicron.

Questo perché la maggior parte delle organizzazioni sanitarie pubbliche definisce la reinfezione come due risultati positivi del test per lo stesso individuo, a 90 giorni o più dalla data dell’infezione iniziale.

Gli effetti residui dell’infezione da Covid possono portare a test PCR positivi fino a tre mesi, quindi l’unico modo sicuro per parlare di reinfezione è includere una finestra di 90 giorni tra i test positivi.

Omicron è stato segnalato per la prima volta all’OMS in Sud Africa il 24 novembre, appena tre giorni prima della sua prima identificazione nel Regno Unito, quindi non sono disponibili dati affidabili.

Tuttavia, gli esperti di salute pubblica britannici affermano che è “certamente possibile” essere infettati da Omicron più di una volta, così come è possibile ottenere test più positivi per qualsiasi variante del coronavirus.

La dott.ssa Amesh Adalja, ricercatrice senior presso il Johns Hopkins Center for Health Security negli Stati Uniti, ha convenuto: “Al momento non è chiaro quale livello di immunità si verifichi dopo un’infezione da Omicron. Immagino che nel tempo, sì, probabilmente puoi essere nuovamente infettato. Ma non abbiamo ancora quei dati, perché Omicron è in circolazione solo da ottobre/novembre”.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteImmagini vietate ai minori con Loredana Groza. L’artista ha rifatto la famosa scena di Basic Instinct
Articolo successivoCos’è la stevia rebaudiana e perché è bene mangiarla quando siamo a dieta