Home Economia Shell rinuncia a tutte le società che possiede con Gazprom

Shell rinuncia a tutte le società che possiede con Gazprom

55
0

La decisione include anche la partecipazione del 27,5% del gigante anglo-olandese in un grande impianto di gas naturale liquefatto e arriva dopo che BP ha annunciato che avrebbe rinunciato alla sua partecipazione del 19,75% nel gigante russo Rosneft.

Il CEO di Shell, Ben van Beurden, ha affermato che la società è stata “scioccata dalla perdita di vite umane in Ucraina”.

Shell abbandonerà la struttura di Sakhalin II, gestita in collaborazione con Gazprom. Venderà anche la sua partecipazione del 50% in due progetti petroliferi siberiani e abbandonerà il suo coinvolgimento nell’oleodotto Nord Stream 2, con Shell come una delle società occidentali a unirsi come partner finanziario nel progetto infrastrutturale guidato da Gazprom.

Read:   L'economia statunitense ha visto la crescita più forte nel 2021 nel 2021

Il ritiro dalla Russia potrebbe costare a Shell circa 3 miliardi di dollari, ha affermato la compagnia energetica in una nota.

Il gruppo energetico norvegese Equinor ha anche annunciato lunedì che interromperà i nuovi investimenti in Russia e avvierà un processo di abbandono delle joint venture in questo paese, a causa della guerra in Ucraina.

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha annunciato che il suo Paese vieterà le importazioni di greggio dalla Russia.

Se ti piace questo articolo, non vediamo l’ora di entrare a far parte della community di lettori sulla nostra pagina Facebook, con un Like qui sotto:

Articolo precedenteChe succede con l’ex ragazza di Harry? Chelsy Davy ha lasciato tutti senza parole
Articolo successivoFranck Ribéry subisce un trauma cranico dopo un incidente d’auto